Loading

Cinquanta. Con la tripletta al Siviglia si aggiorna nuovamente il libro dei record di Leo Messi. L’hat-trick della Pulce alla squadra andalusa, alla quale va aggiunto l’assist per il gol allo scadere di Luis Suarez, non solo consente al Barça di espugnare il Ramon Sanchez Pizjuan per 4-2 al termine di un match piuttosto complicato, ma ha certificato ancora una volta (ammesso ce ne fosse bisogno) che l’argentino non è semplicemente un fuoriclasse: è un alieno.

La tripletta al Siviglia è infatti il cinquantesimo hat-trick nella carriera di Leo Messi. Un numero eccezionale che se sommato alle 33 reti in 32 gare disputate in stagione rende bene le dimensioni di una stagione sin qui semplicemente straordinaria per l’argentino. Il che, considerato che il Barcellona oltre a dominare in questo momento la Liga è ancora in corsa su tutti gli altri fronti, ovvero Coppa del Rey e Champions League, vuol dire che la Pulce si sta prepotentemente candidato al sesto pallone d’oro della sua carriera.

Quello che gli consentirebbe di scavalcare Cristiano Ronaldo nella classifica di chi, tra i due, ha collezionato più volte il trofeo.

La tripletta al Siviglia ha intanto consentito a Leo Messi di agguantare l’asso portoghese nel numero di hat-trick realizzati con un club spagnolo nella storia del calcio: 44. Record. Considerate dunque anche le sei realizzate con la maglia della Nazionale argentina, ecco che per la Pulce il totale sale a 50. Ancora una tripletta e se nel frattempo Cristiano Ronaldo non risponderà all’argentino, anche in questo campo il duello tra i due sarà in parità.

Ad oggi, infatti, sono 51 gli hat-trick realizzati da CR7: 5 con la Nazionale portoghese, 1 con la maglia del Manchester United e 44 quelli messi a segno con la casacca del Real Madrid.

La sfida Messi-Cristiano Ronaldo dunque è sempre aperta ed accesa anche se l’asso portoghese ormai non gioca più in liga. A tenere vivo il duello, infatti, non pensano solo i due giocatori ma anche la stampa internazionale ed il Barcellona stesso.

La tripletta al Siviglia di Leo Messi verrà infatti ricordata anche per l’esultanza della Pulce dopo il gol del momentaneo 2-2. L’argentino infatti si è lasciato andare ad un abbraccio con il compagno di squadra Dembélé che ha molti, ed al club catalano in primis, ha ricordato un iconico fermo-immagine di O Rey Pelé al Mondiale del Messico del 1970. Parallelismo subito rilanciato sui canali social del club insieme all’ormai immancabile simbolo della “capra”.

Magari non sarà il più grande di tutti i tempi. Ma di sicuro è difficile immaginare Leo Messi fuori da una top three. Perché no,magari a parimerito con CR7. Tanto non sarebbe certo una novità.

Top