Loading

Si suol dire che la fortuna aiuti gli audaci, pensando in tal modo di poter sovrascrivere alle responsabilità umane una dose d’elemento aleatorio tale da governare ogni cosa. E allora sì che la sorte ci mette del suo, ma non vale sempre quest’affermazione. Così, ad allungar la mano verso i 41 milioni di bambini che in 59 paesi ancora non hanno accesso ad acqua sicura, istruzione, salute e protezione, laddove la fortuna non arriva oppure non basta, è la forza di UNICEF a tentar con ogni mezzo di porvi rimedio. 

Fonte: pr Wishraiser

UNICEF non è la sola. Il centrocampista della Juventus, Miralem Pjanić, ha scelto di prestarsi alla campagna a favore di UNICEF promossa mediante Wishraiser, dando la possibilità a un donatore di assistere a Juventus-Milan direttamente dallo SkyBox del centrocampista bosniaco, in postazione VIP. Un appuntamento d’eccezione, alle 18 di sabato 6 aprile, per fruire di uno dei match di cartello del campionato in un’atmosfera mozzafiato e contornata da una vera e propria esperienza all inclusive, per due persone. Volo andata/ritorno per Torino e hotel sono inclusi, così come la cena in compagnia di Miralem Pjanić presso il suo ristorante preferito del capoluogo piemontese. Il fortunato donatore, che avrà a disposizione un posto da riservare a un accompagnatore, verrà estratto tra quanti parteciperanno alla raccolta fondi, a favore di UNICEF e dei 41 milioni di bambini alle prese con partite ben più importanti di quanto possa mai essere uno Juventus-Milan. 

Per chi sceglierà di donare almeno 60 euro, inoltre, il calciatore metterà a disposizione le maglie ufficiali autografate dalla rosa della Juventus, oltre a gadget speciali. «Considero il garantire e tutelare il diritto all’infanzia uno degli impegni prioritari della nostra società. Si tratta di una tematica che non riguarda solamente gli organi politici e le grandi organizzazioni internazionali, ma che impegna ognuno di noi nel nostro quotidiano – le parole di Miralem Pjanić – ammiro il lavoro dell’UNICEF e l’impegno con cui sviluppa i propri progetti in ogni angolo del mondo e vorrei, insieme all’UNICEF e a tutti i miei fan, dare voce a quei bambini e ragazzi che vivono in condizioni di povertà e che vedono la loro infanzia negata. Ogni bambino ha il diritto di crescere sano e felice ed è compito di tutti fare il possibile per aiutare chi vive situazioni critiche».

Un’esperienza da sogno con Miralem Pjanić, una notte di grande calcio e la possibilità di desinare col centrocampista bosniaco. Chiacchiere e piatti prelibati, una serata da VIP da vivere con la gioia dell’evento cui partecipare e – in misura ben maggiore – con la reale consapevolezza, anche nel caso in cui il fortunato sia qualcun altro, di aver contribuito a giocare una partita fondamentale, quella per la vita, al fianco di 41 milioni di bambini.

ECCO DI SEGUITO IL LINK MEDIANTE CUI È POSSIBILE DEVOLVERE A UNICEF.

«Essere al fianco dell’UNICEF significa contribuire a salvare concretamente le vite di tanti bambini, ovunque nel mondo. Siria, Yemen, Sud Sudan, Repubblica Democratica del Congo, sono solo alcuni dei paesi in cui siamo presenti per garantire aiuti e sopravvivenza ai bambini più vulnerabili e alle loro famiglie – ha commentato Paolo Rozera, Direttore dell’UNICEF Italia –  iniziative come questa creano un circolo di solidarietà importante che può fare la differenza. Siamo certi che con il supporto di Wishraiser, Pjanic e coloro che parteciperanno a questa campagna potremo restituire il sorriso a tanti bambini».

Genovese e genoano (pure non in quest'ordine), classe 1997, apprezza particolarmente il calcio minore. Prossimamente in libreria!

Top