Loading

Davanti a un Olimpico dalle grandi occasioni per l’ultima in casa e per la 600 di Totti in serie A, la Roma regola il Chievo 3-0 e si porta momentaneamente seconda a + 1 dal Napoli. A decidere la gara le reti di Nainggolan e Rudiger nel primo tempo e di Pjanic nella ripresa. Il capitano entra e festeggia le 600 presenze, terzo dietro a Maldini e Zanetti,e offre un grande assist per il gol del bosniaco.

La Roma inizia subito bene la sfida tenendo il pallino del gioco e con buoni fraseggi tra le punte e con gli inserimenti da dietro dei centrocampisti. La partita si sblocca al 18esimo con Nainggolan che cerca il triangolo con Salah che non si chiude ma poco male perchè il pallone torna al belga che da terra in scivolata trova la rete. Il Chievo si dimostra combattente come in tutto il campionato e nonostante le buone intenzioni è sfortunato perchè perde per infortunio Gobbi e Radovanovic. La Roma continua nel suo gioco e al minuto 39 trova anche la rete del 2-0 con Rudiger che di testa mette dentro una punizione calciata molto bene da Pjanic. Ospiti pericolosi solo con una conclusione di Floro Flores respinta in corner da Szczesny.

Nel secondo tempo i padroni di casa si limitano a controllare la gara anche se Perotti impegna per due volte Bizzarri che risponde prontamente. Gli uomini di Maran non si danno per vinti e vanno vicini alla rete del 2-1 prima con Mpoku che coglie il palo al 57esimo e poi con un gran colpo di testa di Pellisier (73′). Spalletti si accorge del calo di alcuni dei suoi e inserisce Strootman per un De Rossi in riserva e soprattutto Francesco Totti al posto di Salah. E proprio il capitano della Roma, alla sua 600esima presenza in A,  serve un grande assist al volo a per il terzo gol firmato da Pjanic (85′). Finisce 3-0 davanti ad un Olimipico in festa con gli uomini di Spalletti che tornano secondi a +1 davanti al Napoli in attesa della sfida di stasera contro il Torino. Sedicesimo risultato consecutivo per la Roma che da quando è arrivato il tecnico di Certaldo ha perso solo in casa della Juventus, per il Chievo buona prestazione nonostante il risultato e stagione che rimane più che positiva.

Top