Loading

La settima giornata di Serie B è stata aperta dal pareggio a reti inviolate tra Vicenza e Crotone con gli ospiti che conquistano il primato provvisorio in classifica nonostante la vivacità e la lieve superiorità dell’ottima squadra di casa, aiutata anche dall’espulsione di Ricci, che priva i calabresi dell’attaccante già dal cinquattottesimo. Vicenza che, con Giacomelli, spreca anche un penalty concesso nel finale di primo tempo. Come anticipato tuttavia, il primato del Crotone è solo temporaneo e ci pensa il Cagliari a spegnere l’entusiasmo dei rossoblu; gli uomini di Rastelli vincono 3-1 il big match delle 12:30 di Domenica; a farne le spese è un Cesena troppo permissivo e poco efficace nonostante alcune buone occasioni. Cagliari che si prende la testa solitaria della classifica portandosi a due lunghezze dalle tre inseguitici. Ad inseguire il primo posto, oltre al Crotone, ci sono infatti altre due formazioni che si stanno comportando benissimo in questa stagione: Spezia e Bari, entrambe vittoriose Domenica: Lo Spezia supera 1-0, grazie ad Emanuele Calaiò, una pessima Ternana: ultimo posto con soli quattro punti in sette giornate. Al San Nicola di Bari finisce con il medesimo risultato, Lanciano sconfitto da un Bari superiore soprattutto per la quantità di sortite offensive; il goal porta la firma di un centrocampista che evoca brutti ricordi ai tifosi del Milan: Francesco Valiani, in molti ricorderanno una sua prodezza a San Siro quando vestiva la maglia del Bologna. Lanciano ai limiti della zona play out ed agganciato dal Novara, che torna alla vittoria sul campo della Pro Vercelli: si conclude 0-1 il Derby piemontese, match emozionante e molto nervoso, undici ammoniti dal campo e, per gli ospiti, due espulsioni a fine gara in seguito ad una rissa in cui vengono puniti principalmente da Costa e Signori. Pro Vercelli ancora al terzultimo posto in compagnia di Como e Avellino; nel derby lombardo i comaschi concedono al Brescia un sofferto 1-3, rondinelle ciniche a sfruttare le occasioni non certo numerose e ad annientare un Como abbastanza sprecone e che conclude la partita in dieci: espulsione diretta per Ebagua che aveva anche trovato il pareggio (1-1) durante il primo tempo. Avellino che, nonostante la terzultima posizione e la bruttissima prova, in trasferta ferma un buon Livorno; 1-1 recita il finale all’Armando Picchi; anche qui sfida “cattiva” con due espulsi: uno per squadra. Livorno al secondo passo falso consecutivo e raggiunto dal Trapani a quota tredici. Siciliani che vincono 0-1 sul campo della Salernitana; partita sofferta dove i granata, sotto dopo solo quattro minuti, creano molto di più ma non concretizzano e falliscono la possibilità del pareggio fallendo un calcio dagli undici metri. È pareggio 0-0 nello scontro di metà classifica tra Perugia ed Entella, umbri al terzo risultato identico consecutivo e formazioni appaiate in campionato a sette punti. Interessante il confronto tra Modena e Latina che muove molto in termine di punti: i ciociari si impongono 0-2 su dei gialloblu spenti; Latina che con questi tre punti punta il treno dei play off mentre il Modena si ritrova solo un punto sopra la zona calda dei bassifondi. A chiudere il quadro della settimana giornata di Serie B è il posticipo Ascoli-Pescara. dopo lo 0-4 inferto al Como settimana scorsa, l’Ascoli rimane in striscia positiva annientando 3-1 il Pescara di Oddo, in vantaggio al sessantaquattresimo con Lapadula, ma raggiunto e superato dai marchigiani. Ascoli lanciato verso la zona alta ad undici punti e Pescara confinato in dodicesima posizione con una stagione fino ad ora altalenante.

Ciao a tutti, sono Dario e vengo dalla provincia di Monza e Brianza. Mi piace seguire, commentare e discorrere di eventi calcistici che seguo con regolarità.

Top