Serie A, la Top 11 della ventiseiesima giornata

Anche il ventiseisemo turno di campionato si è concluso, con il Monday Night che ha visto il Milan fermare il Napoli di Higuain e Sarri. La squadra partenopea non riesce a superare la Juve e rimane distante un solo punto dai bianconeri, fermati sullo 0 a 0 dall’ottimo Bologna di Donadoni. Vittorie importanti per Inter, Fiorentina e Roma, che fanno un sol boccone rispettivamente di Sampdoria, Atalanta e Palermo. Momento complicatissimo per la squadra di Montella, con il fiato sul collo del Frosinone e un momento non brillante di alcuni elementi chiamati nel mercato di riparazione ad innalzare il tasso tecnico della formazione doriana. Ranocchia, Quagliarella e Alvarez sono il più lampante degli esempi. Continua il buon momento del Sassuolo, capace di battere l’Empoli ed assestarsi subito dietro la zona europa. Vittoria convincente anche per il Verona nel derby con il Chievo, anche se gli scaligeri hanno trovato risultati e motivazioni probabilmente troppo tardi.

Anche questa settimana TabserNews vi propone la formazione migliore del turno di campionato. In porta Mattia Perin, che con il suo Genoa rimedia all’errore del primo gol con un rigore parato a Di Natale ed altri interventi che hanno mantenuto il risultato a favore della squadra di Gasperini. Difesa a tre con ben due elementi reduci dal big match Napoli – Milan. Coulibaly e Zapata giocano una partita pressochè perfetta, con precisione anticipano Bacca ed Higuain che non vedono mai la palla pulita e si ergono a migliori in campo per la propria compagine. Completa il reparto arretrato Kostas Manolas che conferma quanto di buono fatto vedere in tutta la stagione, bloccando gli attacchi di Vasquez e Gilardino con irridente facilità. Centrocampo di qualità composto da 4 elementi. Mati Fernandez della Fiorentina, autore del bellissimo gol del vantaggio e di una prestazione convincente, Ionita del Verona, che gioca un match quasi perfetto e trova un gol fantastico, Berardi del Sassuolo, gol e assist per il furetto neroverde, ormai pronto per la Nazionale di Antonio Conte e Diego Laxalt, titolarissimo di Gasperini e del Genoa, che trova il gol vittoria e, per l’ennesima volta, è uno dei migliori in campo. Attacco atomico in cui trova posto Defrel del Sassuolo. Doppietta di buona fattura e partita di grande sostanza e qualità. Al suo fianco due romanisti. Edin Dzeko e Mohamed Salah. Il Bosniaco gioca una gara di altissimo profilo, e nonostante l’errore incredibile a porta vuota, si rifà siglando due reti bellissime e da attaccante vero. L’egiziano è immarcabile. Salta gli avversari come birilli e trova una doppietta meritatissima. Il secondo gol è da antologia. Allenatore di questa formazione è Luciano Spalletti. L’allenatore della Roma, alla quinta vittoria consecutiva, ha dato fiducia all’ambiente, ritrovato la condizione di alcuni titolari e rispolverato giocatori accantonati dal predecessore,leggasi Keita. Non entriamo nel merito della scelta sul Capitano Francesco Totti, ma la sua gestione sta dando i frutti sperati.

La Formazione:

Perin

Koulibaly, Zapata, Manolas

Berardi, Ionita, Mati Fernandez, Laxalt

Defrel, Dzeko, Salah

All. Spalletti

Vincenzo Tripodo

Articolista con passione per lo sport. Tifo Messina da quando parlo e sono trapiantato al Nord per esigenze lavorative.