Loading

Serviva una risposta al Napoli e alla fine è arrivata: la Juventus espugna l’Atleti Azzurri d’Italia (18° risultato utile consecutivo) e torna al comando della classifica in solitaria, a +3 sui partenopei. Prova d’orgoglio per l’Atalanta, che non ha mollato un centimetro e ci ha provato fino all’ultimo, nonostante la caratura dell’avversario.

In avvio la squadra di Allegri cerca immediatamente di imporre il proprio gioco e al 9′ Khedira ha una buonissima occasione, calciando però troppo centrale e favorendo quindi l’intervento di Sportiello.Gli oribici si fanno vedere al 14′ con Cigarini, ma il suo tiro è troppo debole. Al 23′ arriva la prima rete dell’incontro, ad opera di Barzagli: angolo di Dybala e torre di Mandzukic per lo stesso difensore azzuro sottoporta che deposita in rete, ritrovando la rete dopo quasi 4 anni. Gli uomini di Reja non si scompongono e reagiscono in chiusura di frazione con De Roon, ma il suo tiro al volo viene prontamente bloccato da Buffon. Nella ripresa Gli orobici provano a spingere alzando il ritmo, ma la retroguardia bianconera non si lascia sorprendere, sfiorando la rete al 59′ con Manduzkic, che non vede Dybala dopo un erroraccio di Sportiello che gli aveva regalato il pallone. Con l’ingresso di Diamanti i nerazzurri cercano di rendersi nuovamente pericolosi servendo Borriello, ma l’ex Roma non riesce a trovare il gol di testa al 77′ e 84′. Due minuti dopo, però, arriva la rete bianconera di Leimina che chiude di fatto il match: il gabonese riceve palla al limite dell’area, salta due uomini e colpisce con l’esterno destro, trovando la seconda rete stagionale. Nel finale ci prova Masiello, ma Buffon riesce a salvare.

Venerdì prossimo i bianconeri riceveranno il Sassuolo, in attesa della sfida di ritorno degli ottavi di Champions contro il Sassuolo. L’Atalanta, che non vince da 13 partite, domenica prossima se la vedrà in trasferta con la Lazio.

Atalanta-Juventus 0-2: 24′ Barzagli, 86′ Lemina

Atalanta (3-5-2): Sportiello, Toloi, Paletta, Masiello; Conti (54′ D’Alessandro), Kurtic, De Roon, Cigarini (76′ Diamanti), Drame; Monachello (66′ Raimondi), Borriello. All. Reja

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Khedira (68′ Lemina), Marchisio, Pogba, Pereyra (81′ Alex Sandro), Dybala (88′ Morata), Mandzukic. All: Allegri

Arbitro: Valeri

Note: ammoniti Cigarini, Pogba, Paletta, Marchisio, Toloi

Recupero: 1 pt e 6 st

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".

Top