Sempre il solito Ibrahimovic

Ibrahimovic-la-galaxy-celebration

Era arrivato nella MLS americana per fare sfracelli e nonostante l’apparente nostalgia di casa Zlatan Ibrahimovic sta, come al solito, riuscendo nel suo intento: lasciare il segno.

Lo svedese è stato infatti il mattatore assoluto nel 3-0 che i suoi LA Galaxy hanno rifilato ai Vancouver Whitecaps siglando una doppietta e risultando determinante anche per la realizzazione del terzo gol. La prima rete dello svedese è arrivata dal dischetto; un rigore concesso al termine di un’azione che lo stesso Ibrahimovic aveva avviato.

Il raddoppio è scaturito invece con uno di quei colpi generalmente etichettati alla Ibrahimovic; una sassata di una precisione chirurgica dai 16 metri dopo aver saltato l’uomo. Il terzo gol infine è arrivato ancora dal dischetto per un fallo sullo stesso Ibrahimovic. Nel mezzo lo svedese ha inserito anche una punizione che ha sfiorato l’incrocio di un soffio ed un colpo di testa in acrobazia finito invece di poco a lato.

 

 

Con la roboante vittoria per 3-0 sui Vancouver Whitecaps il LA Galaxy si avvicina prepotentemente alla zona playoff distante ora un solo punto ed attualmente occupata dal Real Salt Lake che però rispetto alla squadra di Ibrahimovic ha una partita gara in più da giocare.

Al termine della regular season della MLS mancano ancora tre partita. Sognare per LA è lecito. Soprattutto perché con un Ibrahimovic così veramente tutto è possibile.

Lo svedese, grazie alla doppietta realizzata contro il Vancouver Whitecaps, è arrivato a quota 20 marcature stagionali. Uno score che attualmente vale all’ex Milan il secondo posto nella classifica marcatori alle spalle del solo Martinez che, dall’alto delle sue 30 reti, sembra decisamente irraggiungibile. A meno che non accada il miracolo e LA Galaxy si guadagni altri giorni di gloria agguantando i playoff e regalando a Zlatan Ibrahimovic altri preziosi minuti per scrivere nuove pagine di storia.

Yes No