Sampdoria, il Pagellone del girone di andata

La vera sorpresa del girone d’andata è stata la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic. Con 33 punti, la squadra blucerchiata ha chiuso la prima parte della stagione terza in classifica a pari con il Napoli, e avanti a squadre ben più prestigiose come il Milan e l’Inter. Ecco i voti di metà stagione:

Voto 9 a Sinisa Mihajlovic: è lui, a parere di chi scrive, il vero artefice del miracolo Samp. Sinisa è stato chiamato alla guida della Samp il 20 novembre 2013 con l’obiettivo di salvare la squadra che all’epoca era ultima in classifica. Miha riesce nell’intento e pone le basi per la stagione attuale trasformando una squadra molle in una forte e tenace, che lotta fino al 95′ con tutte le sue forze.

Voto 8 a Manolo Gabbiadini: sette goal e tante giocate preziose per l”ormai ex attaccante della Sampdoria. Se la squadra è terza il merito è anche suo.

Voto 7 a Romagnoli: il difensore, non ancora ventenne, ha dimostrato davvero di saperci fare, tanto da scavalcare il capitano Gastaldello nelle gerarchie del mister. D’altronde, l’ allenatore blucerchiato lo ha paragonato addirittura a Nesta, uno dei difensori più forti del mondo negli ultimi 20 anni.

Voto 7 ad Eder: altro protagonista assoluto della formazione genovese è senz’altro Eder. Nonostante non sia riuscito ad avere la stessa continuità dell’ex compagno di reparto Gabbiadini, si è rilevato un’arma fondamentale nello scacchiere blucerchiato.

Voto 7 ad Okaka: i goal non sono stati moltissimi ma quanto lavoro per la squadra!

Voto 9 al presidente Ferrero: non fosse stato per quell’uscita infelice su Tohir gli avremmo messo un bel 10. Simpatico, divertente, ogni domenica ci regala emozioni fortissime. E, fatto da non trascurare, ha saputo costruire (insieme ad Osti e lo stesso Mihajlovic) una signora squadra.

 

Mario Mancuso

Piccolo calciofilo, adolescente baskettaro, mai e poi mai adulto ma per sempre amante dello sport e delle storie che è in grado di raccontare e farci vivere.