Ronaldo, Simy ed ora Lazaros Christodoulopoulos

Lazaros Christodoulopoulos

Cristiano Ronaldo, Simy ed ora Lazaros Christodoulopoulos. Nelle ultime settimane abbiamo avuto la fortuna di assistere ad una serie di prodezze che riconciliano con il gioco del calcio. Ad aprire le danze è stato il fuoriclasse del Real Madrid che con la sua sforbiciata allo Stadium ha fatto strabuzzare gli occhi a tutti gli appassionati di questo sport (e non solo) e ha di fatto regalato l’accesso alle semifinali di Champions League alle Merengues.

Poi, vittima sempre la Juventus, è stato il turno di Simy del Crotone che con la sua rovesciata, in un colpo solo, ha imposto il pari alla squadra di Allegri, alimentato le speranze salvezza del Crotone e riaperto il discorso scudetto con Juventus-Napoli in programma domenica che se non decisivo diventa quanto meno un crocevia fondamentale per la corsa al tricolore delle due squadre. Ieri, infine, è toccato a Lazaros Christodoulopoulos.

Il giocatore dell’AEK di Atene, con trascorsi in Italia con le maglie di Bologna, Verona e Sampdoria, ha regalato ai gialloneri la qualificazione alla finale di Coppa di Grecia con un’invenzione arrivata praticamente allo scadere dell’ultimo dei cinque minuti di recupero nella semifinale di ritorno contro l’AEL Salonicco. Un gol di pregevole fattura, stop di petto sugli sviluppi di un corner e semi-rovesciata ad incrociare, che ha mandato in estasi i tifosi dell’AEK anche perché ha consentito alla squadra di Atene di ribaltare il 2-1 subito all’andata proprio quando le speranze sembravano oramai perse.

Ecco il video della prodezza di Lazaros Christodoulopoulos pubblicato sull’edizione odierna di La Repubblica.

 

Yes No