Loading

Nell’anticipo di sabato una Roma impacciata nel primo tempo e molto più sciolta nel secondo, impatta su un’Inter molto compatta e chiusa che non lascia respiro alle giocate giallorosse con un pressing asfissiante per tutti i 90′.
Mister Spalletti rinuncia alla punta pesante Dzeko schierando un attacco leggero ma senza punti di riferimento per impensierire la difesa nerazzurra; allo stesso modo Mancini è costretto a rinunciare a Icardi e Palacio e si affida all’attacco dinamico di Eder, Biabiany e l’ex di turno Ljajic.

Nel primo quarto d’ora la Roma controlla il gioco e l’Inter si limita a difendersi con ordine. Alla manovra dei giallorossi che giocano in velocità e nello stretto, i nerazzurri rispondono non senza difficoltà ma con la giusta concentrazione non concedono troppe conclusioni agli avversari.
L’Inter esce al 20′ quando Perisic viene liberato al cross ma la palla pericolosa viene ben intercettata dalla difesa romanista, qualche minuto dopo è Ljajic ad arrivare alla conclusione ma Szczesny controlla agevolmente. Nella fase centrale della partita la Roma appare in difficoltà nella costruzione del gioco soprattutto nella sua trequarti, dovendo ricorrere spesso al lancio lungo in maniera non sempre precisa.
Al 30′ c’è una doppia occasione per entrambe le squadre: Nainggolan parte in velocità, salta due uomini ma invece di servire i compagni liberi tenta il tiro in precario equilibrio; sulla ripartenza è l’Inter a rendersi pericolosa liberando Brozovic al tiro da posizione centrale ma la palla va fuori.
Al 35′ episodio dubbio con un gol annullato alla Roma: Pjanic pesca Salah che controlla perfettamente e col pallonetto supera Handanovic ma l’assistente ferma tutto per un fuorigioco confermato dai replay. Al 40′ è El Shaarawy a creare un’altra occasione da gol dopo uno scambio con Salah ma il portiere nerazzurro è bravo ad intercettare d’istinto.

Il secondo tempo vede un pressing altissimo dell’Inter che limita al massimo la manovra della Roma. Al 52′ arriva il vantaggio nerazzurro con Perisic che viene liberato dopo un errore di Manolas e viene lanciato verso la porta, il suo tiro non è irresistibile ma Szczesny non riesce ad evitare il gol dello 0-1.
Al 67′ la Roma sfiora il pareggio in due occasioni con Dzeko: prima un suo colpo di testa viene ben parato da Handanovic, poi un suo diagonale da ottima posizione finisce altissimo sopra la traversa.
La Roma appare molto stanca e fa fatica ad impostare sbagliando molto, di contro l’Inter continua la sua manovra contenitiva e alquanto remissiva dal punto di vista offensivo, non tentando mai lo strappo in velocità.
Gli ultimi dieci minuti sono un vero e proprio assedio romanista alla porta nerazzurra: prima Salah viene fermato per un fallo molto dubbio quando si era già involato in 1 vs 1 con Handanovic; poi lo stesso egiziano vede un suo tiro molto pericoloso deviato bene in angolo. Sul successivo cross, Handanovic esce a vuoto e il colpo di testa di Dzeko viene fermato sulla linea da Nagatomo che salva la sua porta.
Un minuto dopo arriva comunque il pareggio della Roma con Nainggolan che in scivolata mette dentro una palla rimasta ferma al centro dell’area per l’1-1. Fino alla fine i padroni di casa tenteranno invano di cercare il secondo gol mentre l’Inter riuscirà a mantenere il pareggio anche grazie agli innesti di Mancini, ultima occasione è ancora per la Roma con Salah che si inserisce bene in area ma il suo tiro pericoloso verso la porta finisce addosso a Dzeko.

Alla fine del match le due squadre guadagnano un punto a testa e mantengono invariata la loro distanza in classifica, Roma che rimane al terzo posto con +5 sull’Inter e +6 punti sulla Fiorentina che domani dovrà affrontare il Frosinone.

Top