Real Madrid-Atletico Madrid: Top e Flop della finale di Champions League 2016. Casemiro e Ramos si caricano sulle spalle un Real punito da Carrasco dopo le troppe giocate sprecate

Top:

  • Casemiro: il centrocampista brasiliano è la vera anima dei Galacticos, tanti palloni recuperati, anticipi importanti e spunti offensivi, tradotti anche in ottime letture, aperture e passaggi.
  • Sergio Ramos: ancora una volta decisivo nella finale di Champions, dopo il 2012 è sempre il difensore madrileno a portare in vantaggio i suoi. Inoltre, molte chiusure difensive gli consentono una promozione a pieni voti.
  • Carrasco: Subentra al pessimo Fernàndez e non lo fa di certo rimpiangere, forse complice l’intervallo, dopo il suo ingresso in campo il volto dell’Atletico cambia. Fondamentale la sua zampata vincente ad undici minuti dal novantesimo. Un mix di velocità e coraggio.
  • Filipe Luis: si carica la squadra sulle spalle e sale lungo tutta la fascia sinistra, primo tempo impeccabile facendo salire tutta la formazione. Parzialmente sbiadito nella seconda frazione, nonostante la sua prestazione rimanga ottima.

Flop:

  • Pepe: provoca il rigore fallito da Griezmann, viene ammonito nei tempi supplementari e non è mai decisivo in difesa. Si aggiungano due simulazioni ai limiti del ridicolo e si ha la descrizione di un centrale non di sicuro in una delle sue migliori serate.
  • Benzema: troppi errori in fase offensiva e conclusiva. Pochi palloni toccati e pochissima lucidità nella finalizzazione sotto porta.
  • Fernàndez: sostituito dopo un primo tempo deludente. Invisibile al centro del campo. Carrasco lo rimpiazza e non fa sentire la sua mancanza.
  • Torres: l’attaccante spagnolo appare quasi assente, forse anche per il gran lavoro svolto dal compagno di reparto Griezmann. Un solo colpo di testa ed una mezza girata sono troppo poco per un attaccante del suo livello.

Dario Pilotti

Ciao a tutti, sono Dario e vengo dalla provincia di Monza e Brianza. Mi piace seguire, commentare e discorrere di eventi calcistici che seguo con regolarità.