Liga, è il giorno del derby di Madrid: una sfida infinita!

Ormai ci siamo, l’attesa per il derby di Madrid è giunta al termine. Stasera alle ore 20 al Santiago Bernabéu si sfideranno le due squadre della capitale spagnola. Colchoneros contro Galacticos, Simeone contro Ancelotti, classe operaia contro èlite, camiceta rojiblanca y azul contro camiceta blanca, Davide contro Golia.

Una partita che storicamente è quasi sempre stata  a senso unico a favore di quelli con la camicetta blanca Nella Primera Division infatti sono 154 i derby disputati, 85 vinti dal Real, 36 dall’Atletico e 33 i pareggi. Ma dalla stagione scorsa ad oggi, la storia di questa partita è cambiata significativamente. Le due squadre si sono sfidate 5 volte ad altissimo livello (2 in campionato, una in Finale di Champions League e 2 volte in Supercoppa spagnola) ed il risultato ha visto prevalere l’Atletico con 2 vittorie e 2 pareggi. L’armata di Simeone si è anche permessa di vincere il campionato in un rocambolesco finale di stagione, con Real e Barca fino alla fine protagoniste. Dopo la vittoria in campionato dell’Atletico, il Real Madrid si è preso subito la rivincita in una finale storica ed inedita di Champions, proprio contro i cugini, alzando al cielo di Lisbona la “decima”coppa dei campioni. Ma non finisce qui, perchè l’Atletico solo qualche settimana fa, a poco più di tre mesi dalla notte lusitana, ha nuovamente battuto i rivali cittadini in Supercoppa spagnola togliendogli la possibilità di arrivare al “sextete” (vincere 6 trofei su 6 a disposizione).

Vediamo come le due squadre arrivano al match di oggi.

A Valdebebas, centro sportivo madridista, ancora tanti dubbi di formazione con un Carlo Ancelotti che rivela alla stampa solo la presenza certa di Cristiano Ronaldo e Benzema. Il neo acquisto Chicharito Hernandez partirà dunque dalla panchina ma è molto probabile che faccia il suo debutto a partita in corso. Sempre il tecnico italiano ha difeso nella conferenza pre-partita lo stile di gioco del Cholo Simeone, negando che sia violento:  “L’Atletico ha il suo stile di gioco, molto intenso, ma questo è il calcio e non è un gioco per ragazze, è un gioco per uomini. Abbiamo due stili diversi e vedremo chi vincerà” le parole del tecnico italiano.

In casa Atletico parla un Raùl Garcia molto fiducioso: “Sappiamo come giocare contro il Real Madrid e sappiamo che possiamo batterli, lo abbiamo dimostrato”. il centrocampista numero 8 poi aggiunge: “Credo che abbiamo migliorato la squadra rispetto allo scorso anno. Ci sono state perdite importanti ma sono venuti altri giocatori che hanno fame e ambizione”. Per  lo squalificato Simeone (in panchina vedremo Burgos) solito 4-2-3-1. Presenti dall’inizio i nuovi arrivati Griezmann e Mandzukic che finora non stanno facendo rimpiangere l’addio di Diego Costa. Non sarà titolare il nostro Alessio Cerci che partirà dalla panchina.

Non resta che guardare questo big match in cui la differenza fra le due squadre si nota solo per il monte ingaggi. Sul campo differenze enormi non ce ne sono più. Per questo siamo certi sarà una partita alla pari in cui il pronostico obbligato è 1 X 2.