1 min readPalermo, Zamparini esonera Iachini. Arriva Ballardini. Ma una stella dei rosanero contesta la decisione

1 min readPalermo, Zamparini esonera Iachini. Arriva Ballardini. Ma una stella dei rosanero contesta la decisione

10 Novembre 2015 Off Di Tabser Redazione

Non è bastata la vittoria sul Chievo di domenica scorsa per salvare la panchina di Iachini. Il Palermo ha infatti comunicato in mattinata l’esonero del tecnico ed il contestuale sbarco in Sicilia di Davide Ballardini. Iachini lascia dopo quattro vittorie, due pareggi e sei sconfitte per un totale di 14 punti in classifica che valgono ad oggi un dignitosissimo dodicesimo posto. La decisione del patron Zamparini, che ha voluto tenere dunque fede alla sua nomea di mangia allenatori, non ha trovato però particolari consensi all’interno dello spogliatoio rosanero almeno stando ai pensieri affidati a Twitter dal “Mudo” Vazquez: “Mi dispiace tanto per la notizia con la quale mi sono svegliato, però il calcio è questo, pieno di enorme ingiustizia…” cui ha fatto seguito: “Devo solo ringraziare al mister Iachini e al suo staff per tutto quello che hanno fatto per me e per il Palermo Calcio”. Ma tant’è. A Palermo si chiude l’era Iachini e comincia quella Ballardini. Ecco il comunicato ufficiale della società in merito all’esonero ed alla nomina del nuovo mister: “L’U.S. Città di Palermo comunica di aver sollevato, dall’incarico di allenatore della Prima Squadra, il signor Giuseppe Iachini. Al tecnico vanno i più sentiti ringraziamenti da parte del Presidente e della Società per il lavoro svolto ed i traguardi ottenuti nelle ultime due stagioni e l’augurio per il prosieguo della propria carriera. Contestualmente, la Società comunica di aver affidato la guida della Prima Squadra al signor Davide Ballardini. Il tecnico di Ravenna, che nelle ultime stagioni ha guidato dopo il Palermo tra le altre Lazio, Genoa e Bologna, ha firmato fino al 30 giugno 2016. Ballardini verrà presentato nella giornata di oggi. Il luogo ed orario della conferenza stampa li comunicheremo successivamente“.

Correva l'anno home