Loading

Nessuno sa incidere sulle partite di Serie A come Carlo Ancelotti. Questo almeno è quello che suggeriscono le statistiche Transfermarkt sul Re dei cambi ovvero il coinvolgimento di un giocatore subentrato in un’azione da rete o come autore del gol o come autore dell’assist.

Il tecnico del Napoli guida infatti questa speciale graduatoria. I 51 cambi effettuati in 17 partite di Serie A hanno fruttato al Napoli la bellezza di 8 gol e 4 assist. Vero è che le armi maggiormente utilizzate da Carlo Ancelotti si chiamano Arkadiusz Milik, subentrato in 5 occasioni ed autore di 2 reti e 1 assist; e Dries Mertens, chiamato in causa 7 volte per un bottino analogo a quello dell’attaccante polacco. Alla causa, in termini di assist e gol, hanno poi contribuito anche Fabián Ruiz (2 gol), Marko Rog (1 gol), Verdi e Callejon (un assist a testa).

Subito dietro il tecnico dei partenopei si piazza Roberto De Zerbi. Il tecnico del Sassuolo in 17 giornate di campionato ha effettuato lo stesso numero di sostituzioni di Ancelotti con i giocatori subentrati che hanno contribuito con 5 gol e 2 assist. La differenza principale rispetto al Napoli? Che ogni contributo porta una firma diversa. Così su 18 giocatori entrati in campo sono ben 7 quelli che hanno messo la propria firma su un gol del Sassuolo.

Sul terzo gradino del podio di piazza Giampaolo. Il tecnico della Sampdoria ha effettuato fin qui 50 sostituzioni impiegeando 12 giocatori che hanno contribuito con 5 gol ed altrettanti assist. Le firme sono di Caprari (2 gol), Kownacki (1 gol e 2 assist), Saponara (1 gol), Gaston Ramirez (2 assist) e Jacopo Sala (1 assist).

Qualche altra curiosità. Ad effettuare 51 sostituzioni (numero massimo fino ad oggi) sono stati anche Spalletti, Inzaghi, Mazzarri, Semplici e D’Aversa. Solo che i numeri rispetto a quelli di Napoli e Sassuolo, sono molto diversi. L’Inter ad esempio ha ricevuto in dote appena 2 gol e 3 assist dalle sue riserve. La Lazio 2 gol e 2 assist; il Toro 2 gol e 1 assist; SPAL e Parma 1 gol a testa.

Gli allenatori che hanno effettuato meno sostituzioni (sterilizzando il dato dagli allenatori esonerati o subentrati nel corso della stagione) sono Gennaro Gattuso (43 cambi) e Massimiliano Allegri (44 cambi). Sostituzioni che hanno fruttato appena 1 gol al Milan (neanche a dirlo siglato da Cutrone) e 3 reti alla Juventus. Quella dei rossoneri è la media peggiore della Serie A.

Top