Napoli – Milan 1-1. I Partenopei non riescono a infrangere il muro rossonero

Finisce 1 a 1 l’ultima partita della ventiseiesima giornata. Il Napoli, nonostante un predominio a dir la verità abbastanza sterile, non riesce a superare il Milan che conquista un altro punto importante per la lotta europea. La squadra di Sarri si dispone con il solito trio, Insigne Callejon e sua maestà Gonzalo Higuain. Molte conferme nel Milan, unica novità l’inserimento di Kucka per Bertolacci. Zapata sostituisce l’infortunato Romagnoli. La partita inzia con il Napoli che chiude i rossoneri sulla trequarti. Il possesso palla però non trova brecce nella ottima organizzazione difensiva del Milan che concede nulla agli avversari per una ventina di minuti. La squadra di Mihailovic tenta di ripartire con pericolosità e Niang sembra in buona serata. Verso la fine del tempo, però, ecco l’errore che non ti aspetti. Insigne cerca una conclusione dal limite, deviata da Abate. Il tiro diventa insidioso e Donnarumma non appare esente da colpe, la palla si deposita cosi in fondo al sacco per il vantaggio Napoli. A questo punto, però, il Milan tira fuori il carattere e comincia a pressare alti gli avversari. Da un recupero palla sulla destra Honda mette un gran cross, con Coulibaly che nel tentativo di allontare mette la palla sul destro di Bonaventura che non sbaglia. Pareggio rossonero e tutto da rifare per la squadra di casa. Finisce cosi il primo tempo, e sulla stessa falsa riga del primo inizia il secondo. La differenza la fanno ancora le palle gol, non pervenute fino a metà ripresa, quando Mertens, subrentato a Callejon, colpisce il palo su un cross dell’ottimo Hysai. Il Milan risponde con un affondo del duo Menez- Niang, col francese che calcia malamente da ottima posizione. L’ultima emozione la regala El Kaddouri che su una palla vagante in aria tira centralmente. Buono l’impatto sulla gara dei cambi rossoneri e di Mario Balottelli, che nel momento di maggior pressing partenopeo ha aiutato la squadra con buone sponde e ottime giocate. Rimane in testa quindi la Juventus, con un punto di vantaggio sul Napoli. Occasione persa per Higuain e compagni, con gli avversari fermati sul pari, la squadra di Sarri non è riuscita a far sua una gara giocata a tratti bene, ma molto sterile dal punto di vista offensivo. Mihailovic può essere soddisfatto, ancora una volta il suo Milan dimostra carattere e concentrazione. Ottime risposte anche dalla panchina, con Zapata che non fa rimpiangere Romagnoli e Menez e Balotelli pronti a guadagnare ancora più spazio.

Vincenzo Tripodo

Vincenzo Tripodo

Articolista con passione per lo sport. Tifo Messina da quando parlo e sono trapiantato al Nord per esigenze lavorative.

Yes No