Mou no è più così Special

Mou no è più così Special

17 Dicembre 2018 Off Di Tabser Redazione

Mourinho

La vittoria per 3-1 sul Manchester United non solo sancisce il ritorno in vetta alla Premier League del Liverpool. Sancisce anche un altro dato: José Mourinho in questa stagione non è riuscito a battere nessuna big del calcio inglese.

Incontrati ormai tutti e 5 i Top Club di Premier (Reds, City, Tottenham, Chelsea ed Arsenal) lo score di Mourinho è semplicemente catastrofico: zero vittorie, due pareggi (contro la squadra di Sarri e quella di Emery) e ben tre sonore sconfitte. Il 3-1 rifilato da Shaqiri e compagni è infatti parente del 3-1 inflitto dal Manchester di Guardiola nel derby ed è leggermente meno pesante dell’umiliante 0-3 che la banda di Pochettino ha rifilato allo United ad Old Trafford.

Un bottino che, sommato ad un cammino comunque balbettante, ha portato la squadra di Mourinho a veleggiare lontano non solo dal primo posto, distante oggi 19 punti, ma anche dalle posizioni valide per un posto in Europa.

Dopo 17 giornate infatti il Manchester United è sesto in classifica, dunque fuori dai piazzamenti buoni per l’Europa, ad otto punti di distacco dall’Arsenal. Per rendere meglio l’idea, oggi i Red Devils hanno appena un punto di vantaggio sul Wolverhampton e due da un folto gruppo di squadre, Everton e West Ham su tutte, che potrebbero dare ulteriore filo da torcere al club di Old Trafford.

Non è un caso allora se in casa United l’aria è sempre più tesa. Lo spogliatoio è praticamente spaccato in fazioni e quasi nessuno sembra volersi schierare dalla parte di Mourinho. Anche i vertici dei Red Devils sembrerebbero averne le scatole piene. E secondo voci che rimbalzano che sempre maggiore insistenza dall’Inghilterra c’è un solo e semplice motivo se ad oggi Ed Woodward e soci non hanno ancora dato il benservito al portoghese. Nessuna riconoscenza, no. Si tratta semplicemente di una clausola che obbligherebbe il Manchester United a versare 23 milioni di euro in caso di risoluzione anticipata del contratto con lo Special One. Un sacrificio che, con la Champions League 2019/2020 lontana anni luce, evidentemente da quelle parti non sono disposti a sopportare.

Correva l'anno home