Loading

DONNARUMMA 6.5: Il migliore del Milan. Senza di lui la Roma poteva benissimo aggiudicarsi il  set.

DE SCIGLIO 5: Clamorosa involuzione tecnica e tattica del terzino rossonero. A questo punto la soluzione migliore è quella di un trasferimento lontano da Milano per trovare nuovi stimoli.

ALEX 5: Che sia lento non è una novità, ma Salah ed El Shaarawy si prendono gioco di lui. Tiene in gioco Salah in occasione del goal di Salah. Per il resto tanti errori.

CALABRIA 5.5: Entra al posto di Alex, ma anche lui affonda con il resto della truppa.

MEXES 5: A differenza di Alex ci mette un po’ più di grinta, ma il francese incappa in una serata no, contro la sua ex squadra.

ROMAGNOLI 5: Schierarlo terzino è stato un azzardo, anche perché lui è un centrale. Salah si prende gioco di lui quando vuole.

LOCATELLI 5.5: L’esordio dal primo minuto è da dimenticare per il giovane Locatelli, che perde la sfera in occasione del vantaggio giallorosso. Va premiata con mezzo voto in più la personalità con cui nella ripresa prova a fare qualcosa di buono.

KUCKA 5: Travolto dal centrocampo della Roma. Nemmeno lui riesce a tenere botta.

BERTOLACCI 4.5: A questo punto le difese sono quasi del tutto finite. Sbaglia tutto quello che gli capita fra i piedi.

BONAVENTURA 6: Prova a suonare la carica, ma anche lui fa fatica. Non è al meglio della forma fisica e si vede. Sabato contro la Juventus, servirà il migliore Jack.

HONDA 5: Ha la palla del possibile pareggio, ma il giapponese la calcia sul terzo anello. Il colpo di testa, pochi minuti dopo, non lo salva comunque da un’insufficienza grave.

BALOTELLI 4: Un solo goal, su punizione e per di più nel 2015. Ormai è un ex calciatore. Farlo restare al Milan anche la prossima stagione sarebbe solamente un favore. Viene sostituito nell’intervallo e Brocchi gli evita i fischi.

LUIZ ADRIANO 5: Un assist per Honda e poi il buio.

BACCA 5.5: Il goal nel finale non gli vale il sei. E’ uno dei pochi che si merita la riconferma la prossima stagione, anche se Carlos ha fatto già capire di avere il “mal di pancia”.

BROCCHI 4: Messo sulla panchina del Milan per il bel gioco della primavera. OK. E in prima squadra? 2 vittorie su 6 gare, 2 punti contro Carpi, Verona e Frosinone che hanno portato il Sassuolo alla rimonta per il sesto posto. Ha voluto cambiare modulo, ma di azioni in sei gare se ne sono viste al massimo cinque (ed è un complimento).

Top