Loading

Il Napoli mette a segno un’altra goleada e affossa il Milan a Sani Siro, lasciandolo in crisi d’identità dopo una partita nettamente al di sotto delle aspettative. Ecco le pagelle del Napoli:

Reina 6,5: Dà sicurezza alla difesa, blocca l’unico tiro pericoloso del Milan pericolosamente indirizzato verso l’angolino;

Hysaj 6: Si comporta bene in fase di non possesso, meno preciso del solito quando deve dare una mano alla squadra nella gestione della palla;

Albiol 6: Gioca con fiducia e precisione, l’intesa con Koulibaly sembra crescere, prova di sostanza;

Koulibaly 8: Vince tutti i contrasti, rimane sempre in piedi, è preciso nell’impostazione: quando non cade in amnesie tattiche diventa un grande difensore;

Ghoulam 6,5: Prova solida del terzino algerino, sicuro in copertura. I suoi continui cross sfociano nell’autogol del 0-4;

Allan 7,5: Corre per tutti e si inserisce con qualità. Sblocca la partita alla prima occasione, ormai ha abituato i tifosi napoletani a prestazioni di livello;

Jorginho 6,5: E’ sempre pressato dal Kucka, nonostante ciò perde pochi palloni e riesce comunque a controllare la partita e ad essere il punto di riferimento in fase di impostazione;

Hamsik 6: Gioca con continuità e garantisce come sempre uno standard minimo in fase di possesso palla, col passare dei minuti perde lucidità e perde qualche pallone di troppo;

Callejon 5: Si sacrifica come sempre per la squadra e aiuta Hysaj in copertura, ma davanti è impreciso e sprecone. Da rivedere;

Higuain 7,5: Non segna ma la sua prova è comunque magistrale. Regala l’assist del 2-0 ad Insigne ed incanta San Siro con le sue movenze uscendo tra gli applausi;

Insigne 10: E’ difficile immaginare un Insigne migliore di quello di stasera: assist e doppietta a San Siro, tocca meno palloni del solito ma li capitalizza tutti. Sul gol del 3-0 conquista l’ovazione del San Siro;

Mertens s.v.

David Lopez s.v.

Gabbiadini s.v.

Sarri 9: dieci punti nelle ultime quattro partite di campionato, il gioco del Napoli è efficace e bello da vedere. A differenza degli anni passati la difesa subisce pochi gol, grazie anche agli attaccanti che pressano con umiltà e al rispetto che si è guadagnato all’interno dello spogliatoio.

Per raccontare qualcosa di significativo in così poco spazio servirebbe l'incisività di Lucio Fontana o la capacità di sintesi di Boskov. Fondatore di Ordinary Legends.

Top