1 min readMilan, Mihajilovic: “Non è decisiva ma intorno a noi c’è un clima strano”

1 min readMilan, Mihajilovic: “Non è decisiva ma intorno a noi c’è un clima strano”

21 Novembre 2015 Off Di Giorgio Catani

E’ un Sinisa Mihajilovic concentrato sull’obiettivo ma anche abbastanza critico nei confronti della stampa quello che prende la parola a Milanello alla vigilia del big match dello Juventus Stadium contro la squadra di Allegri. Ecco i passaggi principali della conferenza del mister rossonero: “Questa partita vale per il prestigio, per la classifica, ma non è vero che chi perde sarà escluso dalla lotta per la Champions. Il campionato è lungo. Se giochiamo come sappiamo possiamo mettere in difficoltà la Juve perché abbiamo qualità fisiche, tecniche e mentali. Lo scorso anno con il percorso che stiamo facendo attualmente si lottava per la Champions. Ma quando le analisi riguardano noi sembra sia sempre tutto da buttare. C’è un ambiente strano intorno al Milan. Se vinciamo si doveva vincere meglio; se perdiamo ci attende una partita decisiva. In fondo nelle ultime cinque partite abbiamo conquistato 11 punti: meglio di noi hanno fatto solo Napoli e Roma. Quindi se teniamo questa media fino al termine del campionato credo che potremo essere tra i primi. Il pareggio con l’Atalanta non è una catastrofe. E i complimenti di Berlusconi alla squadra di Reja dopo la partita non mi danno alcun fastidio: il presidente ha dato una grande dimostrazione di fair-play“.

Correva l'anno home