Loading

Il Milan perde la finale di Coppa Italia e saluta, anche quest’anno, le coppe europee. Unico errore non aver sfruttato le tante occasioni create.

Donnarumma 6.5: Buona prestazione del baby portiere rossonero, che dà sicurezza a tutto il reparto

Calabria 6: Un voto in meno solo per l’errore di posizionamento sul gol di Morata. Spinge bene e tanto, è sempre una spina nel fianco per Evra, tanto da costringere Allegri a cambiare il francese per bloccare le sue avanzate

Zapata 6: Lotta con Mandzukic e non gli fa odorare la palla. Difende con concentrazione e quando lo fa dimostra di essere un buon difensore.

Romagnoli 6.5: Contiene molto bene Dybala, riuscendo a non concedere nulla all’argentino. Nel finale tenta di aiutare la squadra andando in avanti.

De Sciglio 7: Forse la migliore prestazione da quando gioca nel Milan. Si propone con continuità, precisione e brillantezza. Chiude benissimo sulla fascia tutti i tentativi Juventini e soffre poco anche quando entra Cuadrado

Kucka 6.5: Nel primo tempo domina il centrocampo, non riuscendo ad essere incisivo alla conclusione. Buoni inserimenti e qualche recupero su Pogba.

Montolivo 7.5: Prestazione maiuscola, da capitano, del centrocampista rossonero. Gioca la palla con precisione e convinzione. Chiude un sacco di azioni Juventine ed esce con i crampi dal campo.

Poli 6: Si fa apprezzare per gli ottimi tempi di inserimento. Anche per lui, meglio il primo tempo che il secondo.

Honda 5.5: Nota stonata in un coro ben schierato. Prova qualche buona giocata ma non riesce mai ad essere decisivo. Anche sulle palle da fermo non riesce a incidere.

Bacca 5.5: Poche occasioni per rendersi pericoloso. Cerca di giocare con la squadra ma non è sempre preciso nella rifinitura.

Bonaventura 6: Nel primo tempo gioca benissimo, saltando l’uomo con facilità e rendendosi pericoloso. Cala alla distanza.

Niang 5: Entra e non si vede. Probabilmente ancora lontano dalla condizione migliore dopo l’infortunio.

Mauri 6: Sostituisce Montolivo e sfiora il gol del pareggio con una bellissima rasoiata.

Balotelli SV.

Brocchi 7: Il voto dell’allenatore rossonero deve considerarsi come un premio alla scelta coraggiosa di accettare la panchina del Milan in un momento complicato. Riesce a preparare una partita difficilissima molto bene, senza sbagliare quasi nulla nelle scelte. Unica pecca, probabilmente troppo da romantici, la scelta di non dare un merito alla carriera di Cristian Abbiati.

Articolista con passione per lo sport. Tifo Messina da quando parlo e sono trapiantato al Nord per esigenze lavorative.

Top