Loading

In tempi di crisi e con un mercato da fare per le squadre che non possono contare su un portafoglio cinese da intendersi non contraffatto ma abbastanza capiente da consentire di spendere cifre esorbitanti per giocatori spesso e volentieri mediocri, due sono le possibilità. Puntare sui giovani, strada che finalmente stanno percorrendo con profitto molti club nostrani. Oppure puntare al mercato dei giocatori in scadenza, scelta comunque condivisibile soprattutto per quelle squadre che magari devono puntellare la rosa in termini di qualità ed esperienza. E di occasioni, guardando ai giocatori con il contratto in scadenza il prossimo giugno, a dire il vero ce ne sono e come.

Per chi deve blindare la porta i nomi sono quelli di Iker Casillas (1981) e Daniele Padelli (1985). Un’accoppiata all’insegna dell’eseperienza che tuttavia, considerando la longevità dei portieri, può comunque garantire anche un quinquennio di buone prestazioni.  In difesa c’è da sbizzarrirsi. Se si vuole puntare sulla linea giovane allora non bisognerebbe farsi scappare Alex Ferrari (1994), Caldirola (1991) o Badstuber (1989). Si tratta di tre colpi a scatola chiusa a volerla dire tutta. Quelli che gli esperti di settore definiscono operazioni in prospettiva. Il giocatore del Bologna ha collezionato appena una presenza sin qui in stagione. La stagione di Caldirola invece non è mai cominciata. Il difensore del Werder è infortunato e dovrebbe tornare in campo solo tra qualche settimana. Strana invece la storia di Holger Badstuber. Il giocatore del Bayern, 27 anni, negli ultimi tempi è stato martoriato da gravi infortuni che lo hanno tenuto fermo ai box praticamente per tre stagioni. Anche se fragile è però nuovamente arruolabile. Un bel rischio certo. Ma visto che arriverebbe gratis…! Se invece si vuole andare sul sicuro si può allora virare su Ivanovic (1984) del Chelsea, Gonzalo Rodriguez (1984) della Fiorentina o Pepe (1983) del Real Madrid. Giocatori affermati e con esperienza che hanno davanti a loro ancora un paio di anni sicuramente ad alto livello. E che magari potrebbero essere accompagnati sugli esterni da Zabaleta (1983) e Stephan Lichtsteiner (1984). Come dite? Sono due terzini destri? Vero. Si può allora provare a portare a casa anche Gaël Clichy (1985) strappandolo al City. Un’impresa che non sembra impossibile.

Decisamente niente male le opportunità a centrocampo. I top player sono senza ombra di dubbio Yaya Touré (1983), Thiago Motta (1982) e Daniele De Rossi (1983). Ma la scelta in questo reparto è veramente molto ampia. Se ad esempio l’esigenza è quella di un giocatore di quantità i nomi da segnare sul taccuino sono sicuramente quelli di John Mikel Obi del Chelsea e Abou Diaby dell’Olympique Marsiglia. Si tratta di un classe ’87 (il primo) ed un classe ’86 (il secondo) che farebbero la fortuna di molte squadre a centrocampo. Così come potrebbe tornare utile il fosforo di Santi Cazorla (1984) anche lui in scadenza con l’Arsenal. A dirla tutta ci sarebbe anche Xabi Alonso che dovrebbe svincolarsi dal Bayern anche se in questi ultimi giorni si fanno sempre più insistenti le voci circa un possibile rinnovo almeno per un’altra stagione. Certo, lo spagnolo ex Real Madrid è un classe 1981. Di sicuro non un giocatore alle prime armi, anzi. Però sicuramente neanche una garanzia di continuità nell’arco della stagione. Considerazione analoga vale per Michael Carrick anche lui classe ’81 in scadenza con lo United. Quello di Perparim Hetemaj (1986) non è forse un nome altisonante ma stiamo comunque parlando di un giocatore che vanta una discreta esperienza in Serie A e che garantisce continuità di rendimento. Insomma, sicuramente un affare. Così come un affare sarebbe arrivare a Miguel Veloso (1986) ed Isaac Cofie (1991) entrambi in scadenza con il Genoa.

Piatto ricco dalla trequarti in su. Il top player in questo caso è senza dubbio Jesús Navas (1985) del Manchester City. Ma è qui, soprattutto se si è in cerca di un giocatore in grado di agire sulla trequarti, che c’è la possibilità di fare i migliori affari. Specialmente in prospettiva. I nomi più interessanti sono quelli di Rachid Ghezzal   (1992) ala destra dell’Olympique Lione, Paul Georges Ntep (1992) ala sinistra in forza al Rennes e Luciano Narsingh classe ’90 del PSV. Ma è impossibile escludere dalla lista Schöne (1986) dell’Ajax, Omar El Kaddouri (1990) del Napoli e Robin Quaison (1993) del Palermo. Se invece si vuole andare sul sicuro allora i nomi su cui puntare sono senza ombra di dubbio Arjen Robben (1982) e Zlatan Ibrahimovic (1981). Non proprio due giovanissimi. Ma dove li trovi altri due che vedono la porta come loro? Ecco, due magari no. Ma c’è sempre un certo Mario Balotelli (1990) che a giugno si svincola dal Nizza.

Top