Luthe e quel sogno da difendere ad ogni costo

Luthe e quel sogno da difendere ad ogni costo

10 Dicembre 2018 Off Di Tabser Redazione

Cosa sareste disposti a fare pur di non perdere quella che considerate l’occasione della vostra vita? Andreas Luthe, 31enne portiere dell’Augsburg, ha deciso di rimetterci un pezzo di lingua. Proprio così, avete letto bene!

Tutto è successo nel fine settimana a Leverkusen dove Luthe ed il suo Augsburg erano impegnati nel match valido per il quattordicesimo turno della Bundesliga. Durante una fase dell’incontro il portiere si è scontrato in uscita contro l’attaccante dei padroni di casa Alario. Nell’impatto tra i due giocatori l’estremo difensore dell’Augsburg aveva la peggio rimediando anche una ginocchiata sulla testa che, a ben vedere, non rappresentava però il problema peggiore.

Nello scontro con Alario, infatti, Luthe si era morso la lingua fino a staccarne un pezzo. A rendersene conto sono stati medici ed infermieri corsi in campo subito dopo l’impatto. Prima hanno avuto premura di verificare i danni della botta alla testa chiedendo ad Andreas Luthe se fosse conscio di chi fosse e dove si trovasse. Appurato che lo scontro non aveva avuto conseguenze apparenti sul portiere, gli spiegavano poi che in realtà qualcosa era successo: un dente era scheggiato e la lingua risultava letteralmente bucata. Condizioni che, se Luthe avesse voluto, non avrebbero di certo ostacolato il cambio. Solo che Andreas Luthe di abbandonare il terreno di gioco non ne ha voluto sapere. Ed il motivo è molto semplice.

A 31 anni la carriera di Andreas Luthe si è sviluppata prevalentemente nella Serie B tedesca dove il portiere ha disputato ben 154 partite con le maglie di Bochum ed Augsburg, gli unici due club nella carriera dell’estremo difensore. Da quando però Luthe ha avuto la possibilità di frequentare la Bundesliga, prima con il Bochum (stagione 2009/2019) e poi con l’Augsburg (dal 2016), il suo ruolo è stato quello di riserva e le presenze in campo sono state appena 7 e praticamente tutte collezionate nelle ultime giornate di campionato quando i giochi erano ormai praticamente fatti.

Anche la stagione in corso per Andreas Luthe era iniziata come riserva di Fabian Giefer. Le prestazioni dell’ex Schalke non hanno però convinto il tecnico dell’Augsburg, Manuel Baum, che dalla quinta giornata ha deciso così di promuovere Luthe titolare. Un ruolo che Andreas ha deciso di difendere con le unghie (sono settimane ormai che Luthe gioca con un dito rotto) e, ed è proprio il caso di dirlo, con i denti.

Correva l'anno home