Loading

Si apre senza particolari sorprese la stagione 2016-2017 di Ligue1, la prima dopo Ibrahimovic. Proprio l’assenza dello svedese si fa sentire nel PSG di Emery che a Bastia soffre ma comunque non stecca all’esordio regolando di misura i padroni di casa grazie ad una rete di Kurzawa ad un quarto d’ora dalla fine del match. Con Cavani indisponibile l’ex tecnico del Siviglia si affida in avanti a Ben Arfa che tuttavia fatica a lasciare il segno. Un po’ del resto come tutti i suoi compagni di squadra (opaca la prova di Pastore, positivi i quindici minuti giocati da Verratti lasciato inizialmente in panchina) apparsi ancora imballati ed abbastanza confusionari nel mettere in pratica l’idea di gioco del tecnico. Alla fine è un’accelerazione di Jese, entrato nella ripresa proprio al posto dell’ex Nizza, a togliere le castagne dal fuoco per i parigini. L’assist dell’ex Real trova infatti pronto sul lato opposto Kurzawa, in assoluto il migliore dei suoi, e consente al PSG di iniziare in discesa un campionato che i parigini sono obbligati a vincere senza patemi d’animo. Anche perché la concorrenza non è certo tale da far tremare le gambe. Tra le principali indiziate ad infastidire la cavalcata del PSG a vincere è infatti solo il Lione. La squadra di Genesio, che solo una settimana fa aveva incassato un poker in Supercoppa dai parigini, passeggia a Nancy complice la ritrovata verve sotto rete di Lacazette, autore della tripletta che fissa lo 0-3 finale. Il bomber francese è sempre nel mirino dell’Arsenal e la fine del mercato è ancora lunga da venire. Se dovesse partire anche lui il campionato francese si impoverirebbe ulteriormente di spunti. Fatica più del previsto il Monaco di Jardim cha al Louis II va sotto 0-2 con il Guingamp prima di riacciuffare il pareggio nei venti minuti finali grazie alle reti di Fabinho (rigore) e Bernardo Silva. I biancorossi sono per lunghi tratti apparsi decisamente con la testa al preliminare di Champions. Il solito Marsiglia stecca all’esordio con il Tolosa. Al Velodrome i biancocelesti non vanno oltre lo 0-0. Partono invece bene Nizza, Montpellier e Bordeaux. I rossoneri della Costa Azzurra superano di misura il Rennes grazie alla rete di Sarr. Il Montpellier ha la meglio, sempre per 1-0, sull’Angers. Decide la rete in apertura di Boudebouz che proprio in queste ultimissime ore sembra ad un passo dalla Lazio. I girondini si rendono invece protagonisti di una scoppiettante partita con il Saint-Etienne. Avanti 3-0 a venti dalla fine i padroni di casa subiscono negli ultimi nove minuti di gioco il ritorno dei bianco-verdi che però non riescono ad acciuffare il pari. Completano il quadro dei risultati di giornata la vittoria del Caen sul Lorient e e quella del Metz sul Lille entrambe con il punteggio di 3-2 e quella del Nantes a Digione (0-1).

Top