Loading

I ragazzi di Benitez non approfittano del passo falso del Barcellona. L’Atletico Madrid continua la sua corsa per il titolo superando in casa l’Athletic Bilbao.

 

La quindicesima giornata di Liga, in formato “spezzatino”, porta tante sorprese, con cambi importanti in classifica, sia nella parte alta che in quella bassa.

Il Barcellona inciampa in casa contro un tence La Coruna, ai catalani non bastano le magie di Messi e Rakitic per superare i Baschi. Dopo il doppio vantaggio con firma di Messi al 39′ e del croato al 62′ su assist dell’argentino, i Blaugrana di fanno recuperare dai gol di Perez al 77′ e Bergantinos all’86’, trovando così il secondo pareggio consecutivo dopo quello al Mestalla contro il Valencia, e facendosi raggiungere in vetta alla classifica dall’Atletico Madrid. I Colchoneros infatti superano in casa l’Athletic di Bilbao per 2-1. Al vantaggio degli ospiti al 27′ di Laporta, rispondono Niguez al 47 del primo tempo, ed il solito Griezmann al 67′ che sale così a quota 8 gol tra i cannonieri della competizione spagnola.

Il Madrid dopo la goleada di Champions contro il Malmo, deve arrendersi al Villareal che passa con il gol di Soldado in apertura di gara dopo soli 8 minuti. Per le Merengues si può parlare di crisi, con la terza sconfitta nelle ultime 5 partite, e con la tifoseria sempre più in protesta contro il duo Perez-Benitez.

In coda alla classifica sorprendente vittoria del Las Palmas contro il Betis per 1-0, che così lascia l’ultimo posto in classifica al Levante uscito sconfitto dallo scontro diretto in casa contro il Granada per 1-2. Ritrova la vittoria anche il Malaga, la terza stagionale, a spese del Vallecando, raggiungendo così al terzultimo posto proprio il Rayo, ed in condominio con il Granada.

L’Espanyol perde in trasferta contro il Celta con gol di Aspas al 42′. I Baschi si piazzano così al quarto posto in classifica a sole due lunghezze dal Real Madrid.

In fine termina in partià il derby valenciano tra Eibar e Valencia. I gol sono messi a segno per i padroni di casa da Enrich, mentre il pareggio arriva per un autogol di Junca all’85’, dopo che al 69′ Berjon ha sbagliato un calcio di rigore per l’Eibar.

Top