2 min readLazio, Pioli: “La Roma ha speso tanto e pensa di vincere. Ma vogliamo vincere anche noi”

2 min readLazio, Pioli: “La Roma ha speso tanto e pensa di vincere. Ma vogliamo vincere anche noi”

7 Novembre 2015 Off Di Giorgio Catani

Vigilia di derby a Formello. Stefano Pioli come di consueto ha preso la parola nel centro sportivo della Laizo alla vigilia del match per presentare la partitissima di domani all’Olimpico. Ecco i passaggi principali della conferenza del mister biancoceleste: “Quanto conta questa partita? Il derby conta tanto in sé per la sua importanza e poi per il nostro momento attuale. Se la squadra sta bene? Credo di si. Abbiamo dei valori e stiamo cercando di dimostrarli. Fino ad oggi non siamo riusciti a farlo con continuità. Io cerco di rinforzare le cose che vanno bene e migliorare quelle che non vanno. E’ facile esaltare la squadra quando va bene ma io credo sempre in questi ragazzi. La trasferta europea ci ha fatto bene. La squadra sta bene e c’è la giusta concentrazioni e voglia di vincere. Le polemiche sulla designazioni di Tagliavento? Credo sia uno dei migliori arbitri italiani. Le curve vuote? E’ un peccato vedere un derby senza tifosi. E’ una partita che merita una cornice diversa. La formazione? Sto facendo le mie valutazioni ed è sicuramente importante avere tanta possibilità di scelta. Se sia la partita più delicata della stagione? E’ una partita delicata ed importante ma be abbiamo avute tante anche la passata stagione. Questa però può essere la partita della svolta. Credo che la Roma sia una squadra forte, lo sappiamo tutti e lo sanno anche loro che hanno per altro speso tantissimo per vincere qualcosa. Noi vogliamo vincere. La Roma, considerate le sue spese, ha il dovere di vincere. Pensano di farlo, vedremo! Conosciamo le caratteristiche dell’avversario ma abbiamo la nostra mentalità e punteremo su quella. Dovremo lavorare molto da squadra con grande compattezza e pressione sugli avversari. Se i derby dello scorso anno mi hanno insegnato qualcosa? Sicuramente ogni partita da delle indicazioni. Il fatto che non siamo riusciti a raccogliere quanto messo sul campo dimostra che in qualcosa siamo mancati. Nel derby conta la capacità di stare in partita per 95 minuti e noi dovremo essere molto attenti a questo domani. Le partite sono sempre decise dagli episodi, a maggior ragione un derby dove ogni pallone può essere quello decisivo. Che centrocampo schiererò domani? Non è quello che conta. Giocheremo in undici e dobbiamo giocare da squadra mettendo in campo tutti i valori che abbiamo. Chi sarà l’uomo derby? Potrebbe esserlo chiunque ma spero sia uno dei nostri. Parolo? Ha fatto una buona settimana e domani potrebbe giocare”.

Correva l'anno home