Loading

Ventuno anni dopo torniamo a perdere: la Germania di Joachim Loew ci batte per 4-1 all’Allianz Arena. Pessima prestazione per i ragazzi di Conte, che cancellato completamente le belle parole che si era spese negli ultimi giorni dopo la bella prestazione di Udine contro la Spagna.

Le squadre partono subito a ritmi altissimi, cercando di impensierire principalmente in contropiede. La Germania però prende le redini del gioco e punisce gli azzurri al 23: su rinvio errato di Bonucci si avventa Kross che, dal limite dell’area, la mette all’angolino. Gli uomini di Loew continuano a spingere, ma al 28′ Buffon respinge il tiro di Muller mentre al 30′ il filtrante di Draxler attraversa pericolosamente tutta l’area piccola senza che nessuno si avventi. Insigne e Zaza provando a scuotere gli azzurri, ma la Germania è più concreta e al 44′ trova il raddoppio: cross dalla destra di Muller e colpo di testa di Gotze, che si inserisce fra Florenzi e Darmian e lascia impietrito Buffon.

In avvio di ripresa l’Italia prova a farsi vedere, ma è la Germania a segnare ancora: al 59′ contropiede micidiale giostrato da Draxler e Hector, con il terzino del Colonia che arriva a rimorchio e insacca in rete. Al 67′ si fa vedere Zaza da buonissima posizione, ma il suo tiro termina alto. Al 74′ però Bernardeschi perde un brutto pallone, lasciandolo a Rudy: il centrocampista dell’Hoffenheim prova a scartare Buffon, ma viene atterrato procurandosi un rigore; dal dischetto Ozil non sbaglia, regalando ai tedeschi la quarta rete. All’82 c’è il tempo per il gol della bandiera, siglato da El Shaarawy: Okaka fa sponda per il Faraone, che calcia da fuori trovando la deviazione di Rudiger.

Servirà ben altra squadra ( e forse altri uomini) per evitare figuracce in giugno, quando sarà poco consono effettuare esperimenti e bisognerà arrivare con delle idee precise. Resta da vedere se Conte confermerà il blocco dei “16” annunciato nell’ultima conferenza stampa e chi si aggiungerà per la spedizione francese.

Germania-Italia : 23′ Kroos, 44′ Gotze, 59′ Hector, 75′ rig. Ozil, 82′ El Shaarawy

Germania (4-2-3-1): ter Stegen, Rudiger, Hummels, Mustafi, Hector (84′ Ginter); Rudy, Kroos (89′ Kramer); Gotze (60′ Reus), Ozil, Draxler (84′ Volland); Muller (69′ Can). All: Loew

Italia (3-4-3): Buffon, Darmian, Bonucci (61′ Ranocchia), Acerbi; Florenzi (61′ De Silvestri), Montolivo, T. Motta (68′ Parolo), Giaccherini (69′ El Shaarawy); Bernardeschi, Zaza (78′ Antonelli), Insigne (68′ Okaka). All: Conte

Arbitro: Drachta (AUS)

Note: ammoniti Giaccherini, Hummels, Mustafi

Recupero: 0 pt e 2 st

TOP

Ozil – In cabina di regia, ruba la scena con un rigore perfetto e il lancio da cui nasce il secondo goal.

Rudy – Aiuta Muller sulla destra, compiendo una partita di grande sacrificio procurandosi anche il rigore del 4-0. Giocare da tenere sotto osservazione.

Muller – Polivalente, ma stavolta parte dalla destra per provarci ad accentrare. La difesa azzurra fatica moltissimo e non riesce quasi mai a fermarlo.

FLOP

Montolivo/Thiago Motta – Lenti e prevedibili, pochissimo filtro a centrocampo che rende la vita difficile anche in difesa: coppia di centrocampo bocciata in toto. In forse per la lista dei 23 convocati.

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".

Top