Loading

Altra occasione persa per la squadra viola in ottica terzo posto con il terzo punto ottenuto nelle ultime quattro gare. Solo 0-0 al Matusa con il Frosinone dopo aver pareggiato anche con il Verona ultimo in classifica. La squadra di Stellone ci mette cuore, tanta corsa e attenzione per imbrigliare la Fiorentina e tutto sommato il punto conquistato è meritato. Le occasioni migliori sono il palo di Kalinic e la successiva traversa di Borja Valero per i viola mentre per i ciociari da segnalare il gran tiro di Kragl finito anch’esso sulla traversa con Tatarusanu battuto.

Nel primo tempo i padroni di casa impostano la gara difendendosi e ripartendo in contropiede riuscendo a bloccare le trame dei toscani. Dall’altra parte i viola fanno poco per impensierire i rivali con Ilicic e Bernandeschi in evidente giornata no. Infatti è il Frosinone che crea qualcosa all’inizio con il tedesco Kragl molto attivo, ma nel finale l’occasione migliore capita agli ospiti che al 46′ sfiorano il vantaggio prima con Kalinic che prende il palo e poi nella stessa azione con la clamorosa traversa di Borja Valero.

La ripresa presenta un Frosinone meno lucido che lascia più spazi alla Fiorentina che cerca di creare più gioco di quanto fatto nella prima frazione. Al 55′ è Vecino che va vicino al gol con un colpo di testa su corner ancora ben parato da Leali. Poi il tecnico Sousa decide di togliere uno spento Bernandeschi, fresco di convocazione in nazionale, e di sostituirlo con Tello. Ed è proprio il neoentrato che crea scompiglio mettendo due palloni interessanti non deviati in rete dai compagni. Nel finale di partita le occasioni migliori sono per i ciociari: prima con la clamorosa  traversa colpita da Kragl dalla distanza a portiere battuto, poi con il tiro dal limite di Tonev finito di poco fuori. Alla fine è uno 0-0 giusto che premia l’orgoglio del Frosinone che si riporta a -1 dal Palermo ed è in piena lotta per salvarsi, per la Fiorentina altro match point fallito e terzo posto che si allontana sempre di più.

Top & Flop

Top: Leali- Para tutto quello che c’è da parare sia nel primo tempo su Borja Valero prima della traversa sia nel secondo con un miracolo sul colpo di testa di Vecino. Provvidenziale.

Flop: Ilicic- Delude per tutta la partita, si dimostra lento e inconcludente e non riesce ad essere decisivo come in altre partite, si vede solo a fine primo tempo con l’assist per Kalinic in una delle occasioni capitate alla viola.

Top