Loading

Un Genoa in ripresa ospita il Torino in piena crisi di risultati. Nel girone di ritorno,l i granata hanno dovuto rivedere le loro ambizioni e pagano l’astinenza dal gol di Immobile che fino ad ora ha deluso le aspettative.
Si parte subito con il Torino in avanti ed al quarto minuto proprio con Immobile i granata trovano il gol del vantaggio dopo un bel suggerimento del compagno di reparto Belotti. Agonismo alle stelle anche perché il Grifone non ci sta a perdere e si getta in attacco. Ma al quindicesimo ancora Immobile porta a due le marcature per i suoi partendo in fuorigioco ma disegnando un capolavoro che non lascia scampo all’estremo difensore dei liguri. Passano solo cinque minuti ed il Genoa accorcia le distanze con l’ex Cerci su calcio di rigore. Al trentatreesimo il Toro sfiora la terza rete con Immobile che sul passaggio di Belotti non riesce però a realizzare la tripletta. Si arriva cosi al quarantacinquesimo quando Izzo viene atterrato in area e per il Genoa è il secondo rigore che Cerci trasforma firmando il pareggio per i suoi.
La ripresa si apre con il Genoa all’attacco ma la rete del sorpasso arriva solo al sessantaseiesimo e porta la firma di Rigoni subentrato nella ripresa al posto di Laxalt. Entra anche Maxi Lopez nel Torino ma il forcing finale dei granata non regala il pareggio alla squadra ospite.
Finisce con la meritata vittoria del Genoa che supera in classifica il Toro ed esce definitivamente dalla zona pericolosa. Gli uomini di Gasparini possono ora affrontare con più serenità il finale di stagione. Per il Toro match a viso aperto ma zero punti al termine di questa trasferta ligure che rende ancor più precaria la situazione di classifica. Quello che preoccupa è l’involuzione della squadra in questo girone di ritorno.
Il Migliore del Genoa è l’ex Cerci: il cambio di passo degli uomini di Gasparini ha coinciso con il suo arrivo in rossoblu. Per il Torino ottima la prova di un ritrovato Immobile ma anche di Belotti oggi uomo assist.

Top