Frosinone-Sassuolo 0-1, Di Francesco e i suoi sognano l’Europa. I canarini retrocedono in serie B tra gli applausi dei tifosi

Stadio Matusa. Il Frosinone scende in campo per la salvezza; il Sassuolo per conquistare un posto in Europa.
Grande festa dei tifosi ciociari che ringraziano la propria squadra per questa stagione, nonostante la probabile retrocessione in B. Il Frosinone parte subito in attacco con Dionisi ma Consigli si fa trovare pronto. Il Sassuolo cresce e dà sempre l’idea di essere pericoloso. Molta aggressività a metà campo e molti falli, forse troppi, tra due squadre che lottano per obiettivi diversi ma ugualmente importanti. La tensione è palpabile e, dopo i primi 20’ minuti, il ritmo sembra calare. Al 21’ è Defrel a provarci ma la difesa ciociara interviene prontamente. Sette più tardi, tra gli applausi dei tifosi, in lacrime, esce Bardi per infortunio. Al suo posto, Zappino. Al 35’ Gucher tira al volo ma calcia male ed è tutto da rifare. Risponde Berardi, al 41’, con una bella giocata: tenta la rovesciata che finisce fuori di poco. L’ultima occasione da gol è per il Frosinone. Il primo tempo finisce sullo 0-0. La ripresa vede un Sassuolo più aggressivo. Già nei primi minuti, i ragazzi di Di Francesco dimostrano di voler fare sul serio. Il Frosinone non è comunque intenzionato a mollare la gara. Ritmi alti e buon gioco. Al 56’, Kragl su punizione, con un tiro basso, manca di poco la rete del vantaggio: Consigli vede arrivare la palla all’ultimo momento ma non si fa sorprendere. I ragazzi di Stellone insistono, forse c’è anche un rigore su Carlini, ma l’arbitro lascia correre. Ad impensierire i canarini ci pensa Ajeti che rischia un clamoroso autogol: la palla finisce alta fuori. Risponde di nuovo Kragl che, al 67’, tira dal limite ma la palla trova il palo. Ribatte Defrel; Ajeti ci mette il piede, ed è calcio d’angolo per il Sassuolo. Il secondo palo dei canarini lo prende Ciofani che, al 75’, gestisce una palla difficile: lascia rimbalzare il pallone e lo colpisce al volo. È sicuramente il momento migliore dei gialloblù. La Gara si fa dura ed intensa. Duncan ci prova di esterno sinistro ma calcia fuori. Intanto Dionisi cerca un gol di precisione. Respinge Consigli. La rete del vantaggio è per i ragazzi di Di Francesco, all’86’, con Politano. Un risultato che conferma il sesto posto del Sassuolo ma condanna il Frosinone alla serie B. I ragazzi di Stellone non si arrendono e Kragl ci prova di nuovo: la sfortuna ci mette del suo, non c’è nulla da fare. Finisce 1-0 per il Sassuolo. Il Frosinone retrocede in serie B ma esce dal campo a testa alta. Va sottolineato l’affetto dei tifosi ciociari che mai, in questo campionato, hanno smesso di sostenere i propri ragazzi. Il Sassuolo, da parte sua, può cominciare a sperare di conquistare un posto in Europa.

Francesca Petrucci

Laurea in Filologia moderna e Master in comunicazione. Amo la Filologia romanza e il calcio. Sempre con il sorriso :)