1 min readFrosinone- Napoli 1-5: le pagelle dei canarini

1 min readFrosinone- Napoli 1-5: le pagelle dei canarini

10 Gennaio 2016 Off Di Francesca Petrucci

Nuova sconfitta casalinga per i ciociari di Stellone che vengono travolti dai ragazzi di Sarri.
Ecco le pagelle dei canarini.
ZAPPINO 4: pessima prestazione quella del portiere brasiliano. Sbaglia più volte e, al 19’ del primo tempo, con un’ingenuità favorisce il vantaggio degli avversari. Pesante l’assenza di Leali.
CRIVELLO 4.5: Il voto è lo stesso delle ultime gare. È suo il fallo su Higuain, al 29’ del primo tempo, che provoca il rigore ed il raddoppio partenopeo. Probabilmente non è una delle sue peggiori gare ma nemmeno la migliore.
BLANCHARD 4.5: Al 6’ del primo tempo salva la sua area. Il difensore centrale mostra un certo nervosismo, abbastanza comprensibile, visto l’esito della gara. Brutto l’errore sul quinto gol del Napoli.
GUCHER 5: Fa la sua gara in maniera abbastanza ordinata. Impossibile contenere la forza dei ragazzi di Sarri.
CIOFANI D. 5: si sente poco; fa il suo, ma non basta.
KRAGL 6.5: L’unica sufficienza piena della gara la merita il neoacquisto tedesco. Dinamico e reattivo gioca una gara impeccabile con tenacia e determinazione. A fine primo tempo cerca il gol con un’interessante conclusione che finisce fuori. (62’CHIBSAH s.v.: una sostituzione ininfluente)
CIOFANI M. 5: si adegua alla media di giornata dei suoi compagni.
PAGANINI 5: Tenta di risollevare le sorti dei suoi alla fine del primo tempo ma viene fermato per gioco pericoloso. (57’ TONEV s.v.: si mantiene sulla linea del compagno)
DIONISI 5: impossibile salvare la sua prestazione. Va meglio nel primo tempo; nella ripresa viene sostituito da Soddimo. (65’SODDIMO 5.5: buona prestazione. Suo il contributo per la rete dell’1-5)
SAMMARCO 6: Una sufficienza meritata visto il gol da manuale nella ripresa.
DIAKITÉ 4: Disattento, impreciso e abbastanza confuso. Il peggiore dei canarini.
ALL. STELLONE 5: 5 cambi sono troppi se affronti una squadra che si sta giocando il titolo di campione d’inverno. Tuttavia nel primo tempo i ciociari sono ben schierati, c’è la giusta distanza tra i reparti. Diversa è la situazione nella ripresa, dove, il nervosismo è evidente e palpabile. La strada per la salvezza di Mister Stellone e dei suoi si fa sempre più ardua.

Correva l'anno home