Frosinone-Lazio 0-0: Le pagelle dei biancocelesti. Konko il migliore, male Candreva

MARCHETTI 6: Impegno minimo. Le occasioni maggiori del Frosinone sono limitate ai primi venti minuti di gioco: in quei minuti Federico c’è.

KONKO 7: È il migliore in campo ed il più propositivo. Nelle ultime partite accade spesso. La chiusura in acrobazia nel finale di gara è da applausi.

BISEVAC 6: Cala nell’ultima mezz’ora di gioco: sbaglia una diagonale e permette a Ciofani di concludere a tu per tu con Marchetti. Il resto della partita non sbaglia molto.

HOEDT 6,5: Tra i migliori nella fase difensiva. Si propone anche sotto porta e blocca più di un contropiede.

LULIC 5,5: La duttilità è il suo mestiere: oggi è terzino. Tanta corsa ma poca concretezza.

CATALDI 6: Gioca un buon primo tempo, ma come molti dei suoi compagni, cala visibilmente nel secondo.

BIGLIA 6: Lui, il suo lavoro, lo fa e bene. A gestire palla è sempre tra i migliori. Ma il supporto è nullo.

PAROLO 5: Pioli lo richiama in panchina. Troppi errori e forse debito di ossigeno per lui.

Dal 76′ MILINKOVIC 6: Neanche il tempo di entrare che sfiora il vantaggio come nessuno dei compagni ha fatto in 90 minuti.

CANDREVA 5: Molto male. Mentale o fisica che sia, la sua situazione, lo allontana dalle prestazioni a cui ci ha abituato. Su dieci cross ne sbaglia undici.

DJORDJEVIC 4,5: Inesistente. Come spesso accade è lontano dalla porta, ma anche nelle vicinanze non combina nulla.

66′ KLOSE 6: Entra e sfiora il goal. Ma non sapremo mai come sarebbe andata se avesse giocato dal primo minuto.

MAURI 5.5: Non riesce a incidere minimamente sulla manovra offensiva e sulla partita. L’unico spunto pochi minuti prima di uscire, quando con una sponda di petto prova a mettere Djordjevic davanti al portiere. 

Dal 53′ KEITA 6: Entra con la voglia giusta, ma ha poco tempo per dire la sua.

Yes No