Loading

Un bel Frosinone sciupa una ghiotta occasione ma porta a casa comunque un punto che ha comunque il suo peso in ottica salvezza. Ecco le pagelle dei ciociari:

Leali 6,5: Stellone recupera il portiere e lo manda in campo titolare nonostante l’ottima prova di Zappino a Firenze. Lui ringrazia per la fiducia con una buona prestazione e grande attenzione soprattutto sulle uscite e sui calci piazzati. Subisce due gol, ma è incolpevole in entrambi i casi;

Rosi 5: ancora una prestazione sottotono per l’ex Roma. Va spesso in difficoltà quando deve affrontare Perotti ed è colpevole sul gol del pareggio quando si perde Laxalt e Gakpé;

Diakité 6,5: ancora un’ottima prestazione del centrale che sigla anche il gol del momentaneo vantaggio. E’ però troppo distante da Pavoletti in occasione del vantaggio dei liguri;

Blanchard 7: piaccia o non piaccia il difensore si sta rendendo autore di una grande stagione. Trova la sua seconda rete stagionale con una rovesciata da terra che impreziosisce una prestazione in generale maiuscola;

Crivello 5: tutti i pericoli del Genoa nascono dalle sue parti, compresi i due gol;

Paganini 6: prestazione non esaltante ma comunque sufficiente. Notevole la botta ad incrociare che impegna Perin in avvio di ripresa (dall’89’ Tonev s.v.);

Chibsah s.v. (dal 10′ Gori 6: prestazione onesta);

Gucher 5,5: non il miglior modo di festeggiare la prima storica convocazione con la maglia della nazionale austriaca. Il capitano si rende autore di una prestazione discreta nella prima frazione di gioco quando a girare è un po’ tutto il Frosinone. Va però in affanno nella ripresa;

Soddimo 6: da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più ma la prestazione è comunque nel complesso sufficiente;

Dionisi 5,5: meno ispirato rispetto alle ultime uscite è comunque il fautore dell’espulsione di De Maio. Un po’ troppo impreciso però;

Ciofani 5,5: ha grande difficoltà a far salire la squadra e spesso e volentieri appare compassato. Peri gli nega però il gol nella prima frazione di gioco.

Top