Loading

Un Frosinone sfortunato esce sconfitto dal match con il Chievo. I canarini trovano la traversa sullo 0-0 prima di soccombere nei minuti finali del match per un rigore procurato da Diakité e trasformato da Paloschi e per la rete in pieno recupero di Meggiorini. Ecco le pagelle dei canarini:

Leali 6: non è praticamente mai impegnato ma si fa trovare pronto quando serve. Incolpevole sui gol;

Rosi 6: molto bene nel primo tempo quando accompagna costantemente la spinta dei canarini sull’out di destra. Meno costante nella ripresa;

Bertoncini 6: partita attenta senza particolari sbavature fino al raddoppio del Chievo; (dal 90′ Longo s.v.);

Diakité 5: parte male facendosi saltare troppo facilmente da Paloschi ma sembra l’unica disattenzione di una partita da quel momento in poi perfetta. Fino all’88’ quando commette sulla linea di fondo il più ingenuo dei falli da rigore che costa carissimo al Frosinone;

Pavlovic 6: partita nel complesso ordinata e sufficiente. Buona la fase di contenimento ma data la sua facilità di corsa ci si aspettava maggior sostegno nella fase di spinta;

Sammarco 6: tanta corsa e tanto lavoro sporco. Quello che richiede la partita;

Gori 6: la partita è molto fisica e lui non tira mai indietro la gamba. Cala leggermente nella ripresa quando Stellone lo sostituisce; (dal 76′ Gucher s.v.);

Soddimo 5,5: è una giornata in cui trova l’ispirazione a tratti. Parte così e così ma cresce con il passare dei minuti per spegnersi nuovamente dopo i primi dieci minuti della ripresa. È sua però l’azione da cui nasce la traversa di Paganini (dal 66′ Carlini 5,5: il suo ingresso incide negativamente sulla partita);

Paganini 6,5: è il più ispirato dei suoi. Corre, dribbla e svaria all’occorrenza su tutto il fronte d’attacco. Sua l’azione più pericolosa dei ciociari nella prima frazione di gioco, sua la traversa che strozza l’urlo del Matusa. Sull’azione del rigore perde palla andando giù troppo facilmente su un contatto fermandosi a protestare anziché rialzarsi ed inseguire l’avversario;

Ciofani 5,5: buono il primo tempo dove corre, sgomita e cerca costantemente la
sponda per i suoi compagni. Insufficiente la ripresa;

Dionisi 5,5: si capisce sin dalle prime battute che è nervoso e questo incide su tutta la sua prestazione;

Stellone 5,5: sbaglia il cambio di Soddimo consentendo al Chievo di prendere campo.

Controller, giornalista, scrittore, blogger di insuccesso. Padre e marito. Laziale da sempre. Sono molto più simpatico dal vivo!

Top