Europa League, è ancora Siviglia: 3-1 al Liverpool e terza coppa consecutiva!

In una notte di grandi emozioni trionfa ancora una volta il Siviglia di Unay Emery, che batte in rimonta per 3-1 il Liverpool al St.Jakob-Park di Basilea e conquista per il terzo anno di fila (quinta totale) la Coppa Uefa/Europa League. Grande delusione per i Reds di Jurgen Klopp (quinta finale persa consecutivamente) crollati miseramente nella ripresa. Non sono mancate però le polemiche, con diversi errori arbitrali da entrambe le parti che avrebbero potuto forse alterare il risultato finale.

In avvio gli andalusi provano a imporsi, ma i Reds trovano le migliori occasioni al 6′, con un tiro da fuori di Can respinto da Soria, e al 10′, quando un colpo di testa da ottima posizione di Sturridge viene salvato sulla linea da Carriço. All’11 la prima svista della partita, con Eriksson che non vede un netto tocco di mano in area di Carriço che avrebbe regalato un penalty agli inglesi. Al 25′ ancora un’occasione pericolosa con Sturridge che si inserisce in area e prova a incrociare il destro, trovando però la pronta risposta in uscita di Soria. Il Siviglia soffre, ma si rende pericoloso alla mezz’ora con una rovesciata di Gameiro che termina di pochissimo a lato. Episodio isolato, visto che al 34‘ il Liverpool passa in vantaggio: Mariano si perde Sturridge che, imbeccato da Coutinho, carica l’esterno sinistro che s’infila sul palo lungo facendo esultare gli oltre 10mila inglesi presenti a Basilea. Al 38′ ci sarebbe un secondo gol per i reds con Lovren, ma il guardalinee annulla per fuorigioco di Sturridge. Al 40′ altro rigore netto non dato al Liverpool (mano di Krychowiak). Le squadre rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa Il Siviglia parte in quinta e trova il pareggio dopo soli 22′ secondi: un pessimo errore in fase difensiva di Moreno favorisce Mariano, che entra in area servendo Gameiro che, sottoporta, trova il suo 29° gol stagionale (Deschamps dove sei?). Passano due minuti e arriva un’altra occasione per gli andalusi con un’ottima palla di Banega per Gameiro, che si lancia in porta ma non riesce a concludere, trovando l’ottima risposta di Mignolet e Touré. Al 59′, sugli sviluppi di un corner, torre di Nzonzi per Gameiro che colpisce al volo e costringe Mignolet all’ennesimo miracolo. Il gol è nell’aria e al 63′ arriva il vantaggio andaluso con un colpo da biliardo di Coke al termine di una splendida azione corale. Gli uomini di Klopp non riescono a reagire e incappano nella terza rete al 70′ : un doppio tocco della sfortunatissima retroguardia inglese favorisce Coke, liberissimo a destra, che insacca in rete e trova la doppietta personale. Nel finale i ragazzi di Emery amministrano senza problemi e al termine dei 4′ di recupero possono festeggiare per la terza volta consecutiva. Il prossimo anno sarà Champions League, sperando di poter arrivare il più lontano possibile. Ma prima ci sono altre due finali da affrontare: domenica prossima c’è il Barcellona al Calderon per la finale di Copa del Rey, mentre ad agosto a Trondheim ci sarà una fra Real e Atletico Madrid per la Supercoppa Europea.

Liverpool-Siviglia 1-3: 34′ Sturridge, 46′ Gameiro, 63′ e 70′ Coke

LIVERPOOL (4-2-3-1): Mignolet, Clyne, Touré (82′ Benteke), Lovren, Moreno, Milner, Can, Lallana (72′ Allen), Firminio (68′ Origi), Coutinho, Sturridge. (In panchina Ward, Skrtel, Lucas, Henderson) All. Klopp

SIVIGLIA (4-2-3-1): Soria; Mariano, Rami (78′ Kolodzieczak), Carriço, Escudero; Krychowiak, Nzonzi; Coke, Banega (93′ Cristoforo), Vitolo; Gameiro (88′ Iborra). (In panchina Rico, Pareja, Konoplyanka, Llorente) All: Emery

Note: ammonito Lovren, Vitolo, Banega, Origi, Mariano, Clyne

Recupero: 1 pt e 4 st

Arbitro: Eriksson (SWE)

 

Marco Aurelio Stefanini

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".