Loading

Il comico e grandissimo tifoso del Parma, Gene Gnocchi, ci parla del momento difficile che stanno attraversando i ducali non solo dal punto di vista dei risultati: “La situazione è più difficile del previsto, tra stipendi e condizione economica. Qualche elemento, anche a gennaio, sicuramente partirà per aiutare a risanare il bilancio quindi c’è da fare tante valutazioni. Poi se la società non ti da la sicurezza di ricevere lo stipendio è dura anche per i calciatori scendere in campo senza pensieri. Di solito i giocatori scelgono la squadra in base al progetto invece qui viviamo alla giornata ultimamente”.

Domenica, però, niente stadio: “Non andrò al Tardini purtroppo perchè ho una partita tra amici a Montecatini. Non sono male: somiglio a Francesco Lodi. Sono un dieci naturale. Mi sono tenuto in forma anche partecipando ai derby del cuore dove ho indossato sempre la maglia della Lazio. Solo quella”.

Poi torna sul Parma: “Con la Lazio non sarà facile. Mi piace Pioli ma devo capirlo, a volte fa delle scelte che mi fanno pensare che debba ancora trovare una giusta dimensione. Alcuni cambi mi mettono in dubbio, ma è un buon allenatore: l’ho conosciuto ai tempi del Piacenza. Comunque poco importa perchè le squadre le fanno i calciatori”

L’auspicio è prevedibile:  “Io spero vivamente che il Parma possa raggiungere la salvezza al più presto. Poi ripeto: le squadre le fanno i giocatori. E’ lo spirito di squadra che fa camminare la formazione, c’è poco da fare. E’ innegabile. Se mi chiedessero di scegliere tra Messi e Murinho, prenderei Messi”.

I TESTI E I CONTENUTI PRESENTI SU TABSERNEWS.IT POSSONO ESSERE RIPORTATI SU ALTRI SITI SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE. CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI RICORRERE ALLE VIE RITENUTE PIU’ OPPORTUNE IN CASO DI VIOLAZIONE.

Top