3 min readLiga: El Clasico day. Al Bernabeu va in scena Real Madrid- Barcellona

3 min readLiga: El Clasico day. Al Bernabeu va in scena Real Madrid- Barcellona

20 Novembre 2015 Off Di Raffaele Marino

La dodicesima giornata della Liga di quest’anno non è una come tutte le altre, in scena infatti va quello che può essere considerato il derby di spagna, meglio conosciuto come “El Clasico”. Guardando al palmares delle due squadre poi, si potrebbe persino dire che questo è il derby d’europa, dato che le due squadre iberiche hanno conquistato 26 trofei a livello continentale tra cui 15 Champions League (10 il Real Madrid e 5 il Barcellona). Nelle due squadre militano poi i due giocatori con più gol tra quelli ancora in attività (C. Ronaldo 317, Messi 286).

Numeri – El Clasico si gioca per la 263esima volta, e nei 262 precedenti il bilancio sorride ai blaugrana, i quali hanno portato a casa 108 vittorie, contro le 96 dei rivali di Madrid. Se si considerano solo le sfide giocate in campionato, il bilancio pende a favore dei Blancos, con 71 vittorie contro le 67 del Barcellona. Il bilancio dei precedenti ritorna a sorridere ai catalani se si considerano le sfide degli ultimi 10 campionati, con 10 vittorie del Barca, 6 del Real Madrid e 4 pareggi. Il giocatore con più presenze nel Clasico è Manuel Sanchiz, con 43 gettoni tutti con la casacca del Real, mentre il giocatore con più presenze tra quelli in attività è Messi con 30 gettoni. L’argentino inoltre risulta essere il goleador di tutti i tempi della super sfida, con 21 centri, dietro di lui con 18 gol c’è la leggenda Distefano, mentre Ronaldo è al terzo posto con 15 gol insieme ad un’altra leggenda dei Blancos, Raul. Sebbene la sfida si presenti equilibrata ed aperta a qualsiasi esito, negli ultimi anni non sono mancati risultati “a sorpresa”, tra cui ricordare un 6-2 del Barcellona al Santiago Bernabeu il 2 maggio del 2009. Due anni prima era stato il Real a imporsi con un secco 4-1 sempre al Bernabeu, mentre è impossibile dimenticare “la manita” sventolata il 29 novembre 2011 al Camp Nou dopo un 5-0 con le firme di Xavi, Pedro, doppietta di David Villa, e gol del pokerissimo di Suarez Bermudez al 91′. Nella scorsa stagione il Real Madrid si impose sul proprio campo per 3-1, dove dopo il gol lampo di Neymar al 4′ minuto, ci pensarono Ronaldo, Pepe e Benzemà a regalare i tre punti alle Merengues. Al ritorno il Barcellona si aggiudicò il match vincendo sul proprio campo per 2-1 con gol di Mathieu e Suarez dopo il momentaneo pareggio di Ronaldo, vittoria che per i Blaugrana spianò la strada per il ventitreesimo titolo di Liga.

Come arriva il Real – In settimana Benitez ha dichiarato che il modo per battere il Barcellona è quello di giocare in attacco, e pur non svelando la formazione, è ipotizzabile un Real ad attrazione anteriore. Tra i pali ci dovrebbe essere Keylor Navas, il portiere del Costa Rica gode di un ottimo stato di forma, e se il Real Madrid è la seconda miglior difesa in Liga fino a questo momento lo deve anche alle parate del suo estremo difensore. In difesa dovrebbero esserci Ramos e Marcelo, mentre c’è il ballottaggio tra Danilo, che in questo inizio di stagione non è stato brillante, e Carvajal. Il centrocampo a quattro potrebbe essere composto da Modric, Kroos, Casemiro e Isco. In attacco imprescindibile la presenza di Cristiano Ronaldo, che dovrebbe essere affiancato da Bale e Benzemà, quindi sembra che James Rodriguez sia destinato ad appostarsi in panchina, infatti il colombiano seppur a giocato uno spezzone di partita contro il Siviglia segnando anche uno gol, sembra non essere al cento per cento della forma secondo quanto dichiarato da Benitez.

Come arriva il Barcellona – Il Barça affronta questa sfida da capolista con 3 punti di vantaggio sul Real, cosa che potrebbe dare maggiore serenità ai ragazzi di Luis Enrique, anche se lo stesso allenatore dei Blaugrana ha dichiarato che questa partita non è decisiva per la vittoria finale del campionato, ricordando come nella passata stagione la sconfitta subita all’andata contro il Real non ha impedito ai suoi di vincere la Liga. Il Barcellona dovrebbe schierasi con il tradizionale 4-3-3 di Luis Enrique, dove tra i pali, come di consueto nel campionato ci sarà Bravo al posto di Ter Stegen considerato portiere di coppa. In difesa la coppia centrale potrebbe essere composta da Mascherano e Piquè, mentre come laterali ci saranno sicuramente Dani Alves e Jordi Alba. A centrocampo ritorno da titolare per Iniesta, e al suo fianco probabile la presenza di Busquets e Sergi Roberto. In attacco invece oltre a la coppia Neymar-Suarez quasi sicuramente ci sarà Messi, l’allenatore dei Blaugrana infatti si è detto contento del recupero del talento argentino, e che, anche se non è ancora al cento per cento può sempre risultare decisivo in una partita importante e difficile come quella contro il Real Madrid.

Correva l'anno home