2 min readSassuolo-Carpi 1-0: Di Francesco al quinto posto. Al Mapei poche emozioni

2 min readSassuolo-Carpi 1-0: Di Francesco al quinto posto. Al Mapei poche emozioni

8 Novembre 2015 Off Di Chiara Caldarone

Primo storico derby nella massima serie tra Sassuolo e Carpi, le due città della provincia di Modena che si sfidano nuovamente dopo quindici anni. La squadra di Di Francesco deve confermare la qualità del suo gioco e verificare la crescita della squadra dopo il pareggio contro una buona Udinese della scorsa settimana. Nel Carpi c’è invece il ritorno del tecnico Castori dopo l’allontanamento di Sannino; manca Borriello, espulso nella gara contro il Frosinone. I padroni di casa devono rinunciare a Cannavaro, Terranova e Floro Flores; il mister sceglie il consueto 4-3-3 con la difesa composta da Vrsaliko e Peluso come terzini e Ariaudo e Acerbi come coppia centrale. Esordio anche per Pellegrini. Rientrano gli squalificati Peluso e Sansone con quest’ultimo che va a comporre il tridente offensivo con Berardi e Falcinelli. Castori cambia poco e sceglie Romagnoli e Gagliolo come difensori centrali, Letizia e Pasciuti come esterni di centrocampo con quest’ultimo all’esordio assoluto in A, e con Lollo alle spalle dell’unica punta Lasagna. Nonostante l’attesa per questo match, tantissimi sono gli interventi fallosi sin dal primo minuto di gioco (otto i cartellini totali sventolati dall’arbitro Valeri); ciò rallenta le azioni e non permette fluidità di gioco per tutta la partita. L’unico goal, infatti, coincide con il primo tiro in generale della gara al 28′: un delizioso assist basso di Berardi che si divincola bene in area fornendo in mezzo un pallone che Sansone gira di sinistro in rete. Non può arrivarci Belec.
Il Carpi ci crede e prova a pareggiare i conti più volte, al 39′ un bolide di Letizia trova un attento Consigli che respinge. Nella ripresa i biancorossi vanno vicinissimi al pareggio col neoentrato Di Gaudio che al 84′ si trova a tu per tu con il portiere del Sassuolo ma conclude incredibilmente alto. Un’altra occasione per il pareggio. Dopo neanche quattro minuti è invece la squadra neroverde a sfiorare il raddoppio con un perfetto cross di Biondini che mette al centro per Defrel, il cui tiro sfiora il palo alla destra di Belec.
Questa è l’ultima delle pochissime emozioni vissute oggi al Mapei Stadium in una gara che vale molto sia per la zone alte della classifica che per la zona retrocessione. La vittoria dei padroni di casa permette agli uomini di Di Francesco di agguantare il quinto posto prima della sosta mentre la squadra biancorossa rimane ancorata all’ultimo posto insieme al Verona a quota sei punti.

TOP-SANSONE – segna il goal della vittoria, pericoloso a tratti, decisivo come sempre più spesso accade.

TOP-ACERBI – ottima prestazione, baluardo davanti a Consigli, recupera bene ogni pallone senza commettere fallo.

TOP-LETIZIA – il più pericoloso tra i suoi , sempre attivo e protagonista delle azioni create dalla sua squadra ma non riesce mai a concludere.

FLOP-FALCINELLI – la punta non sfrutta a pieno l’occasione concessa da Di Francesco, gioca sempre spalle alla porta e fatica a mettersi in mostra.

FLOP-ROMAGNOLI – in costante difficoltà, non chiude bene su Berardi nell’occasione del primo goal.

Correva l'anno home