Loading

Il ritorno di Jakub Kuba Blaszczykowski al Wisla Cracovia è una di quelle storie che meritano di essere raccontate. Il club polacco che ha dato i natali calcistici al giocatore affermatosi poi con la maglia del Borussia Dortmund, versa infatti in una grave crisi finanziaria.

La situazione è talmente grave che il Wisla, invischiato nella lotta per non retrocedere, rischia comunque l’estromissione dal campionato dal momento che non riesce a versare gli stipendi con regolarità. Una situazione che potrebbe nella peggiore delle ipotesi portare al fallimento lo storico club polacco.

Un rischio inaccettabile per Kuba Blaszczykowski che ha così deciso di correre in soccorso del suo primo amore. E non è la prima volta che ciò accade. Il giocatore già in passato ha messo mani al portafoglio per aiutare la proprietà del Wisla a sistemare il dissesto finanziario. Lo scorso anno infatti il giocatore aveva già elargito 300 mila euro rinunciando sin da subito al diritto di restituzione delle somme. Poiché tuttavia l’elargizione non è stata sufficiente a consentire al Wisla di superare l’ostacolo, ora Kuba Blaszczykowski ha deciso di fare un passo ancora più importante.

E così a 33 anni ha salutato Wolfsburg per fare ritorno nel club che lo ha consegnato al calcio. E lo ha fatto non solo rinunciando allo stipendio ma anche versando un ulteriore milione per consentire alla proprietà del Wisla di saldare le proprie pendenze (gli stipendi su tutti) e garantire la giusta serenità per concentrarsi sulla corsa salvezza.

Kuba Blaszczykowski, un uomo che ha vissuto come noto un’infanzia molto tribolata (ha assistito all’omicidio della madre da parte del padre), conferma così di avere un grande cuore.

Top