Loading

Coppa d’Africa 2019: tutto è pronto per la “prima” in versione estiva, che si disputerà dal 21 giugno al 19 luglio 2019 come 32^ edizione della Total Africa Cup of Nations 2019 (dicitura da sponsor) in Egitto. Fino all’8 gennaio scorso il torneo non aveva ancora una sede, si sarebbe dovuto giocare in Camerun, ma la Caf (Confédération Africaine de Football) ha revocato la concessione sia per motivi di sicurezza che per notevoli ritardi nella fase di costruzione di tutte le infrastrutture in programma. Troppi gli scontri, soprattutto nella zona anglofona, per permettere di svolgere in tutta serenità la Coppa d’Africa 2019 in Camerun.

Coppa d'Africa 2019
Coppa d’Africa 2019. Fonte: Africatopsports.com

Coppa d’Africa 2019, le qualificazioni

Alla fase finale delle coppa di Egitto 2019 si sono qualificate 24 squadre, fino all’ultima edizione avevano accesso solo 16 formazioni. Tante le conferme, ma non sono mancate le novità: debutto ufficiale di Madagascar, Mauritania e Burundi con la Tanzania in ritorno sulla scena dopo 39 anni di assenza. Soffermandosi sul Burundi, è davvero storico quello che sta accadendo in questi giorni. Non solo la prima qualificazione, bensì una vera e propria raccolta fondi per poter partecipare alla Coppa d’Africa 2019. Secondo quanto dichiarato da Reverien Ndikuriyo mancherebbero all’appello circa 290 mila euro per permettere a “Le Rondini” di coprire le spese di viaggio e delle trasferte già programmate. Storia attuale di una Nazionale che si sta affidando all’attività di crowdfunding per presenziare ad un evento sportivo di rilevanza mondiale. Epica. E tanti giocatori da seguire Coppa d’Africa 2019.

Il periodo di qualificazione per Egitto 2019 (anche se prima sarebbe dovuto essere stato Camerun…) è iniziato tra il 22 e il 27 marzo 2017 con la fase preliminare, mentre dal 9 giugno dello stesso hanno preso il via i gironi che si sono conclusi il 23 marzo del 2019 con 48 Nazionali partecipanti suddivise in 7 gironi. Quasi 24 mesi pieni di partite per decretate le 24 squadre ammesse (le prime due di ogni girone). La Tunisia ha dominato il suo raggruppamento (J) conquistando 15 punti sui 18 a disposizione davanti all’Egitto, paese ospitante e che ha chiuso la pratica qualificazione (mai in discussione) con 13 tasselli. Bene anche il Senegal con 16 punti nel girone A della sorpresa Madagascar (seconda). Il Sudafrica e il Camerun hanno strappato il pass di qualificazione in extremis rispettivamente dietro Nigeria e Marocco. In particolare, il Sudafrica è riuscito a vincere nell’ultimo match contro la Libia (2-1) sul campo neutro di Sfax, in Tunisia, per motivi di sicurezza. Scombussolato, invece, il girone F con la Sierra Leone che è stata squalificata dal Caf, Nazionale già sospesa dalla Fifa per l’impertinenza del governo sul mondo del calcio. A Egitto 2019 mancherà all’appello anche il Gabon di Pierre Aubameyang che ha concluso il girone C a 8 punti dietro a Mali (14) e Burundi (10).

Queste le 24 Nazionali qualificate alla fase finale con tanti giocatori da seguire Coppa d’Africa 2019. Girone A: Senegal, Madagascar. Girone B: Marocco, Camerun. Girone C: Mali, Burundi. Girone D: Algeria, Benin. Girone E: Nigeria, Sudafrica. Girone F: Ghana, Kenya. Girone GZimbabwe, Rep. Democratica del Congo. Girone H: Guinea, Costa d’Avorio. Girone I: Angola, Mauritania. Girone J: Tunisia, Egitto. Girone K: Guinea-Bissau, Namibia. Girone L: Uganda, Tanzania

Coppa d'Africa 2019
Coppa d’Africa 2019. Fonte: Wikipedia

Coppa d’Africa 2019, i giocatori da seguire

La Coppa d’Africa 2019 sarà una vetrina importante per i giocatori che scenderanno in campo. Ci sarà la possibilità di mettersi in mostra, opportunità da non sottovalutare visto anche il periodo di calciomercato estivo in cui è stata catapultata questa competizione. Trezeguet-Kasimpasa-Hassan sarà il tridente titolare dell’Egitto 2019 guidato da Javier Aguirre, squadra che ha disputato un buon Mondiale in Russia nello scorso anno. La stella, però, non può che essere Salah. Il Senegal non sarà da meno: Koulibaly e Sanè li conosciamo tutti, ma occhio anche a Gueye e Kouyatè in mezzo al campo. Attacco? Keita nerazzurro e Niang vecchia scuola rossonera. Non solo: Konatè, Sarr e Diatta sono giocatori offensivi di grande livello. Ciliegina sulla torta? Manè. Queste non possono che essere due delle squadre candidate a vincere il titolo finale, con molti giocatori da seguire Coppa d’Africa 2019.

Il Ghana, a Egitto 2019, presenterà giocatori di esperienza come Asamoah, Thomas e Duncan. Attenzione alla Costa d’Avorio coi vari Kessiè, Bailly, Pepè e Zaha che potrebbero fare la differenza a lungo andare. Musa, Iwobi e Onyekuru cercheranno di fare grande la Nigeria, squadra da non sottovalutare. L’Algeria ha dominato il girone D e tra i giocatori da seguire Coppa d’Africa 2019 ci saranno alcune conoscenze della nostra Serie A: Bennacer, Fares, Ounas e Ghoulam. Sarà una Coppa d’Africa 2019 con un inizio sul campo e una continuazione sui banchi dei più importanti procuratori sportivi del mondo. Aspettare per credere.

Coppa d'Africa 2019
Coppa d’Africa 2019. Fonte: Eurosport

Coppa d’Africa 2019, la contestata fase finale

Ci sarà innanzitutto il var dagli ottavi di finale, novità assoluta della Coppa d’Africa 2019. Non solo: come detto, saranno ben 24 le squadre che lotteranno per il titolo in Egitto. Doveva essere il Camerun lo stato ospitante, ma non è mancata la confusione generale in fase di organizzazione e a far traboccare la goccia dal vaso sono stati i troppi ritardi e la situazione complessivamente ingestibile in termini di sicurezza. La kermesse sarà nel periodo estivo, come mai nella storia, per favorire il club europei che spesso si sono lamentati di perdere pedine importanti nel corso della stagione. E se la data inizialmente prevista era il 14 giugno, il tutto è stato slittato di una settimana per favorire chi seguirà il Ramadan. Problemi? Non mancheranno. C’è già chi polemizza sul caldo che si percepirà in quel periodo in Egitto. Qualunque decisione non avrebbe fatto contento nessuno. Prendere o lasciare, la Coppa d’Africa 2019 sarà con queste caratteristiche.

Si giocherà in 6 stadi nell’arco di quasi un mese (19 giugno-21 luglio). Le 24 formazioni sono state suddivise in 6 gironi eliminatori: passeranno agli ottavi di finale le prime due di ogni raggruppamento più le 4 migliori terze. Saranno partite da eliminazione diretta, tutte da vivere. Fino alla fine, di una competizione affascinante ma piena di perché. La Coppa d’Africa 2019 resta dunque un evento da non perdere.

Top