Loading

Cinque su cinque per il City di Guardiola che all’Etihad Stadium supera in scioltezza il malcapitato Bournemouth rifilandogli un secco 4-0. Quello dei Citizens è un vero e proprio show aperto da De Bruyne al 15’ con un preciso rasoterra su punizione. Le successive reti di Iheanacho, Sterling e Gundogan hanno sancito la netta superiorità della squadra dell’ex tecnico di Bayern e Barcellona che si è anche goduto la standing ovation, la prima stagionale, tributata dal pubblico di casa. City a punteggio pieno ed a +3 dall’Everton, sorpresa di questo avvio di stagione. I Toffees hanno ribaltato l’iniziale svantaggio contro il Middlesbrough grazie alla rete di Barry, alla 600ima in Premier, che risponde al vantaggio iniziale del Boro arrivato grazie all’autorete di Stekelenburg, ed alle marcature di Coleman e del solito Lukaku che si attribuisce una deviazione vincente che tuttavia le telecamere hanno difficoltà a cogliere. Terza piazza pre il Tottenham che con Kane regola di misura il Sunderland. L’Arsenal travolge a domicilio il povero Hull per 1-4. Mattatore di giornata Alexis Sanchez, autore di una doppietta. Il cileno si è fatto anche parare un rigore da Jacupovic. Di Walcott e Xhaka, capolavoro il suo, le altre due reti dei biancorossi. La squadra di Wenger aggancia così il Chelsea di Conte che esce con le ossa rotte dal big match di giornata contro il Liverpool. La rete di Lovren sblocca l’incontro a Stamford Bridge prima che la pennellata di Henderson porti i Reds avanti 0-2 al 36′. La squadra di Conte appare in difficoltà e nonostante riesca ad accorciare le distanze con Diego Costa nella ripresa, non da mai la sensazione di poter riacciuffare un match che anzi il Liverpool potrebbe chiudere con un bottino più pesante. La squadra di Klopp è partita in sordina ma si candida a sorpresa di stagione. Sorpresa, in negativo, è invece lo United di Mourinho che incassa contro il Watford di Mazzarri la terza sconfitta in una settimana tra campionato e coppe. Padroni di casa in vantaggio al 29’ con il quarto gol stagionale di Capoue. Rispondono i Red Devils nella ripresa con la rete di Rashford. Agguantato il pari ci si aspetta che uno United sino a quel momento balbettante ed incentrato sulle giocate individuali trovi l’affondo vincente. Invece Mazzarri indovina i cambi e la squadra di Mourinho soccombe sotto i colpi di Zuniga e Denney. Vittoria anche per un altro tecnico italiano, Ranieri. Il suo Leicester supera 3-0 il Burnley. Sugli scudi l’esordiente Slimani autore di una doppietta con due colpi di testa, il primo su cross di Fuchs ed il secondo su un superbo tocco di tacco di Vardy. Il terzo gol arriva su un cross di Mahrez deviato da Mee. Continua la crisi del West Ham. Gli Hammers al 37′ sono già sotto 3-0 contro il WBA. Il risultato finale sarà un 4-2 che apre ufficialmente lo stato di crisi. Impalpabile e sostituito Simone Zaza. Gli altri match di giornata regalano la vittoria del Southampton sullo Swansea di Guidolin (1-0), e quella del Palace sullo Stoke (4-1).

Top