Champions League, Real batte City e vola a Milano: sarà ancora derby in finale

Come nel 2014, ancora una volta sarà finale fra il Real e l’Atletico. Nella notte del Bernabeu i blancos battono di misura il Manchester City per 1-0 e raggiungono per la seconda volta negli ultimi 3 anni la finale di Champions, in programma il prossimo 28 maggio a Milano.

In avvio le Merengues partono subito fortissime, con un Cristiano Ronaldo (assente nella gara d’andata) particolarmente ispirato. Passano 20 minuti e Bale porta subito in vantaggio il Real: il gallese, tenuto in gioco da Otamendi, riceve un filtrante da Carvajal e da posizione defilata scarica col destro a incrociare, trovando la deviazione involontaria di Fernando (alla fine la UEFA assegnerà l’autogol) e facendo esplodere il Bernabeu. I Citizens continuano a subire le percussioni madrilene e al 37′ l’arbitro Skomina annulla una rete a Sergio Ramos per offside, mentre al 43′ Hart si accartoccia sul tiro di Bale. In Chiusura di frazione arriva una grandissima occasione per il City, ma il destro di Fernandinho da fuori colpisce il palo esterno. E’ un fuoco di paglia, visto che ad inizio ripresa il Real ricomincia ad attaccare e Hart è chiamato a compiere due miracoli al 54′, quando salva su Modric completamente solo, e al 56′, quando vola su un colpo di testa di Ronaldo. Al 64′ arriva un altro corner per il Real, ma Bale di testa prende una clamorosa traversa. Gli inglesi provano coi cambi a smuoversi un po’, ma all’85 una punizione di De Bruyne termina sull’esterno della rete. La miglior occasione però arriva soltanto al 90′ con Aguero, che col destro sfiora sfiora il sette.

Dopo 4′ di Recupero termina il match, col le celebrazioni da parte dei tifosi blancos che sognano “L’Undécima”. I Colchoneros però non staranno certamente a guardare, col duplice sogno di vendicare la sconfitta del 2014 e di poter vincere la Coppa dalle Grandi Orecchie per la prima volta nella loro storia, dopo aver già vinto tutti gli altri trofei UEFA. Siamo sicuri che a San Siro ne vedremo delle belle.

Real Madrid-Manchester City 1-0: 20′ aut. Fernando

Real Madrid (4-3-3): Navas, Carvajal, Ramos, Pepe, Marcelo; Modric (89′ Kovacic), Kroos, Isco (67′ James); Bale, Jese (56′ Vazquez), Ronaldo. All. Zidane

Manchester City (4-2-3-1): Hart, Sagna, Kompany (11′ Mangala), Otamendi, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas (70′ Iheanacho), Toure (61′ Sterling), De Bruyne; Aguero. All. Pellegrini

Arbitro: Skomina (SLO)

Note: ammoniti De Bruyne, Fernando, Vazquez, Otamendi

Recupero: 1 pt e 4 st

Marco Aurelio Stefanini

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".