Champions League, 2-2 fra PSG e Manchester City

C’è il pareggio, con qualche rammarico, nel “derby degli sceicchi” fra Paris Saint Germain e Manchester City, valevole per l’andata dei quarti di finale di Champions League. Nella sfida del Parco dei Principi i padroni di casa vengono beffati nel finale, nonostante l’ottima partita disputata, e vedono così ridursi le proprie chance di qualificazione: servirà una vittoria in trasferta senza poter contare sull’infortunato Verratti e gli squalificati David Luiz e Matuidi.

In avvio gli inglesi provano a rendersi pericolosi e Aguero fa prendere un giallo a David Luiz dopo 40 secondi. Al 7′ però si fanno vedere i Parigini con Matuidi che, lanciato in profondità da Cavani, viene atterrato da Mangala e Hart: rigore nettissimo, ma Mazic lascia correre. Lo stesso arbitro cinque minuti dopo vede un fallo in area di Mangala su David Luiz: dal dischetto Ibrahimovic però è poco preciso e Hart respinge il suo destro non molto angolato. Lo svedese ci riprova e al 25′, servito da un lancio, sbaglia clamorosamente calciando alto sopra la traversa, completamente solo davanti ad Hart in uscita. Al 38‘ i Citizens riescono ad affondare con De Bruyne: Fernando recupera un pallone perso da Matuidi e serve Fernadinho, che allarga per il belga lasciato libero da David Luiz; da posizione angolata parte un missile a incrociare che brucia Hart e regala il vantaggio agli inglesi. Due minuti dopo, però, arriva il pareggio parigino in maniera bizzarra: Hart rinvia per Fernando, che non si accorge di Ibrahimovic che gli sbuca alle spalle e gli devia il pallone il rete. Si rientra negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa il ritmo si abbassa, e i parigini si portano avanti al 60′ con Rabiot: colpo di testa di Cavani su corner, respinta di Hart e tap-in vincente del centrocampista che fa esplodere i tifosi parigini. Al 62′ il PSG può chiuderla, ma Ibrahimovic di testa colpisce la traversa e Cavani di sforbiciata, nella successiva azione, manda alto. Al 72′ però, arriva la beffa per gli uomini di Blanc: cross dalla destra di Sagna, pasticcio fra Aurier e Thiago Silva e tiro di Fernandinho che si infila in rete e ammutolisce il Parco dei Principi. Nel finale i parigini non riescono a pungere a causa della stanchezza e gli inglesi devono solamente gestire il risultato, utilissimo ai fini della qualificazione: nella gara di ritorno basterà lo 0-0 agli inglesi per raggiungere la prima semifinale della propria storia.

PSG-Manchester City 2-2: 38′ De Bruyne, 41′ Ibrahimovic, 59′ Rabiot, 72′ Fernandinho

PSG (4-3-3): Trapp, Aurier (78′ Marquinhos), Thiago Silva, David Luiz, Maxwell; Rabiot (78′ Lucas), Thiago Motta, Matuidi, Di Maria, Ibrahimovic, Cavani. All: Blanc

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart, Sagna, Otamendi, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas, De Bruyne (78′ Delph), D.Silva (87′ Bony), Aguero (90’+2 Kolarov). All: Pellegrini

Arbitro: Mazic (SRB)

Note: ammoniti D. Luiz, Clichy, Fernando, Matuidi, Mangala, Navas,

Recupero: 1 pt e 3 st

TOP

Rabiot – Il suo gol aveva momentaneamente completato la rimonta parigina. Cresce costantemente partita dopo partita e dimostra di saperci stare con la maglia da titolare grazie ad alcuni contrasti importanti.

Fernandinho – La sua rete regala (forse) mezza qualificazione al City. Nel primo tempo riesce a imbeccare De Bruyne per il vantaggio dei Citizens.

FLOP

Aurier – Un suo erroraccio (con la collaborazione di Thiago Silva) regala il pareggio al City. Soffre moltissimo le ripartenze degli uomini di Pellegrini.

Fernando – Distratto, si fa sorprendere da Ibrahimovic che gli sbuca alle spalle e deposita in rete. E menomale che erano i quarti di Champions League……

Marco Aurelio Stefanini

Marco Aurelio Stefanini

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".

Yes No