Champions League: el Matador decide l’andata tra PSG e Chelsea

Gli ottavi di finale di Champions League iniziano nel migliore dei modi per il PSG. Al Parco dei Principi i campioni di Francia in carica si impongono per 2-1 contro il Chelsea in una sfida che si ripete ormai da tre anni consecutivi.

Che non fosse la stagione del Chelsea ormai si era capito, però Guus Hiddink sembrava aver ridato un pizzico di grinta ai campioni d’Inghilterra in carica. Il Chelsea si è presentato così alla sfida in formato Leicester, puntando quindi su poco possesso palla (il finale vede un netto 60-40 a favore dei padroni di casa) e ripartenze micidiali.

Il gioco Blues ha visto quindi i due esterni laterali di attacco Hazard e Pedro fare molto lavoro in copertura per difendere e ripartire lanciando il contropiede di Willian e Diego Costa, con l’attaccante spagnolo che però in questo momento non è all’altezza di Jamie Vardy e davanti Trapp non riesce a infliggere il colpo di grazia.

Dall’altra parte un PSG che ormai ha chiuso il campionato, a +24 sulle inseguitrici, che col maggior possesso palla ha dimostrato però di avere un gioco spumeggiante, ma poco efficace.

La gestione delle azioni è stata affidata a Verratti a centrocampo (affiancato spesso da un Ibrahimovic arretrato rispetto al suo ruolo) e all’estro di Di Maria che, libero di svariare in diverse zone del campo, ha provato in tutti i modi a mandare i suoi in gol.

Un gioco bello, ma come detto poco efficace, perché a fronte di 20 tiri, di cui 8 nello specchio della porta, solo 2 si sono tramutati in gol, e di questi solo uno su azione.

Il match ha visto nel primo tempo un dominio dei padroni di casa per i primi 20 minuti, in cui però oltre a un traversone in area di Maxwell non si è creato molto altro.

Dal 20’ al 30’ è stata la volta del Chelsea, che con due occasioni va molto più vicino al gol degli avversari, spaventando il pubblico di casa.

Da sottolineare l’ottima parata di Trapp su colpo di testa di Diego Costa.

La partita si sblocca al 37’, quando Obi Mikel fa fallo su Lucas a 20 metri dall’area e regala una punizione che Ibrahimovic realizza grazie alla deviazione sempre di Obi Mikel.

La concentrazione però non fa parte del repertorio del PSG e così sul finire del primo tempo il Chelsea trova il pareggio grazie, nemmeno a dirlo, ad Obi Mikel. Willian batte un calcio d’angolo sul primo palo per Diego Costa, che spinge di testa la palla a centro area dove Mikel è indisturbato e libero di buttare la palla in rete.

Il secondo tempo riparte in maniera esplosiva. I primi dieci minuti vedono una ripartenza dopo l’altra e una serie di azioni forsennate da parte di entrambe le squadre.

Diego Costa fallisce contro Trapp e dall’altra parte Courtois si rende protagonista sul tiro di Di Maria.

Dal 60’ prende il controllo definitivamente il PSG e fino a fine partita inizia l’assedio all’area del Chelsea. Sale anche Marquinhos per aiutare la manovra.

Ivanovic, da centrale di difesa viste le assenze per infortunio di Zouma e Terry, copre bene in due occasioni su Ibrahimovic e su Matuidi, mentre Courtois si fa trovare ancora pronto su due tiri centrali di Lucas.

La partita cambia al 73’ quando Blanc butta in campo Edinson Cavani al posto di Lucas per portare freddezza sotto porta.

Missione compiuta per il Matador che esattamente 3 minuti dopo il suo ingresso sfrutta un pallone morbidissimo di DI Maria per segnare la rete del 2-1.

All’80’ Blanc inserisce Rabiot per Verratti e Pastore per Matuidi e fa arretrare Di Maria per difendersi dall’ultimo tentativo di attacco del Chelsea, che però va a vuoto.

Alla fine della gara di andata è 2-1 per il Paris Saint Germain. Il Chelsea grazie al gol segnato può ancora sperare nell’impresa nella partita di ritorno del 9 Marzo, con la speranza di ritrovare lo stesso Diego Costa che in campionato sta facendo faville.

TOP/FLOP CHELSEA:

TOP- WILLIAN:  Quest’anno è il salvatore della patria. Ogni volta che i Blues vanno in difficoltà il brasiliano ce la mette sempre tutta per cercare di recuperare e questa sera non è stata da meno. Suo il calcio d’angolo che porta al momentaneo pareggio.

FLOP-DIEGO COSTA: è stato l’opposto del giocatore aggressivo e freddo che sta segnando in ogni partita di Premier League. Perde palla in più di un’occasione, si intestardisce nel voler andare avanti da solo invece di servire compagni meglio posizionati e in avvio di ripresa sbaglia un uno contro uno contro Trapp, non da lui.

TOP/FLOP PSG:

TOP- CAVANI/VERRATTI: il primo entra al 73’ e in 3 minuti fa quello che non era riuscito a Lucas e Di Maria, segnare. Per Verratti invece grande partita di ordine a centrocampo e buone intuizioni da regista.

FLOP- LUCAS: non è stata particolarmente negativa la sua prova, però non sfrutta una serie di palloni che gli lasciano Ibra e Di Maria, tirando centrale su Courtois.

Mario Mancuso

Piccolo calciofilo, adolescente baskettaro, mai e poi mai adulto ma per sempre amante dello sport e delle storie che è in grado di raccontare e farci vivere.