Loading

Nonostante il risultato conseguito in trasferta, è stata più dura del previsto per il Barcellona: la vittoria per 3-1 sull’Arsenal che porta i catalani ai quarti di finale forse non rende giustizia alla buonissima prova degli inglesi, che hanno provato fino all’ultimo a riaprire il discorso qualificazione.

Gli uomini di Wenger sin dai primi minuti si rendono molto aggressivi, ma i catalani si rendono più pericolosi e, dopo una splendida parata di Ospina su Messi, capitalizzano al 18′ con Neymar: su palla persa dagli inglesi, Suarez serve splendidamente il brasiliano, che batte Ospina in uscita. I Gunners provano a reagire e al 36′ Elneny viene atterrato in area da Mascherano, ma Karasev incredibilmente non vede e lascia proseguire. Al 41′ ottima occasione per Sanchez, ma il suo colpo di testa termina fuori e chiude di fatto la prima frazione.

In apertura di secondo tempo il Barcellona continua ad essere distratto e viene punito al 51′: Sanchez serve in area Elneny che la piazza sotto l’incrocio; primo gol coi londinesi e assoluto in Champions per l’egiziano classe 1992. Il Barcellona prova a svegliarsi con un sinistro di Messi al 56′, ma Ospina si distende e salva. Al 59′ ancora gli inglesi in avanti, ma Mascherano compie un recupero prodigioso su Welbeck. Nel momento migliore per l’Arsenal, però, arriva il nuovo vantaggio catalano: al 64′ cross di Alves dalla destra su cui si avventa Suarez, che di mezza rovesciata gonfia la rete e trova il 43° gol stagionale. L’Arsenal ci prova con l’orgoglio colpendo al 67′ una traversa con  Welbeck. Al 79′ ter Stegen si mette nuovamente in mostra sulla punizione di Sanchez e sul tap in di Giroud, salvando ancora il risultato.  Al 87‘ però arriva la terza rete del Barcellona con Messi, che batte Ospina con lo scavino e chiude di fatto la partita, trovando il 40° gol stagionale.

Barcellona-Arsenal: 18′ Neymar, 50′ Elneny, 64′ Suarez, 87′ Messi

Barcellona (4-3-3): ter Stegenn, Dani Alves, Mascherano, Mathieu, Alba; Rakitic (78′ Turan), Busquets, Iniesta (71′ Sergi Roberto); Messi, Suarez, Neymar. All: Luis Enrique

Arsenal (4-2-3-1): Ospina, Bellerin, Gabriel Paulista, Koscielny, Monreal; Elneny, Flamini (45′ Coquelin); Sanchez, Ozil, Iwobi; Welbeck (74′ Giroud). All: Wenger

Note: ammoniti Flamini, Arda Turan

Recupero: 1 pt e 2 st

Arbitro: Karasev (RU)

TOP

MESSI-SUAREZ-NEYMAR- Non ce n’è per nessuno con quei tre lì davanti. 109 gol totali al momento: i 118 complessivi della scorsa stagione non sono poi così distanti.

FLOP

KOSCIELNY- L’Arsenal gioca complessivamente una buonissima partita, ma i suoi errori sono costati caso. Difficile non compiere errori contro quei tre già menzionati precedentemente.

 

La sobrietà non mi appartiene. Spinto dal Leitmotiv "Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio".

Top