Cassano vuole l’Entella. E l’Entella?

cassano

Il primo colpo del nuovo Monza targato Berlusconi-Galliani sarebbe potuto essere l’ingaggio di Antonio Cassano. Peccato che il folletto di Bari vecchia abbia, a quanto pare, declinato l’offerta.

“È sempre un onore quando due persone come Berlusconi e Galliani pensano a te – dice Cassano al Secolo XIX – mi sento ancora un giocatore di Serie A a maggior ragione dopo aver visto alcune partite in televisione dove la qualità è modesta. La mia priorità resta sempre la Serie A dove sono convinto di poter fare ancora la differenza”.

Con l’occasione però Fantantonio, fermo ormai ai box da un paio di stagioni anche a causa della telenovela con il Verona della scorsa stagione, ha voluto mandare un messaggio, l’ennesimo, al Presidente della Virtus Entella, Gozzi.

“A questo punto in B o C andrei solo in una squadra, ovvero l’Entella. Lo farei soprattutto per i rapporti di amicizia che coltivo da tempo col presidente Gozzi e poi l’ambiente mi piace tantissimo. Mi piacerebbe scrivere un pezzettino di storia di quella società assieme a Gozzi, una persona stupenda e squisita”.

Per certi versi, nulla di nuovo sotto al sole. Antonio Cassano è infatti dall’estate del 2017 che flirta con il club ligure. La volontà del fantasista sarebbe quella di accasarsi a Chiavari per vivere la sua vita sportiva in un ambiente che, a parer suo, lo farebbe sentire coccolato ed al centro del progetto ed allo stesso tempo gli darebbe l’opportunità di non allontanarsi dalla famiglia. Fatto che, per Cassano, rappresenta in questo momento una priorità assoluta.

Peccato che, per l’appunto, questa voglia di celebrare il matrimonio con l’Entella sembra quasi un desiderio esclusivo di Antonio Cassano. Quello lanciato dalle colonne del Secolo XIX è infatti l’ennesimo appello a Gozzi che, tuttavia, sembra ancora una volta destinato a cadere nel vuoto.

Il Patron Gozzi in effetti nella sessione di mercato invernale del 2017, prima insomma che Cassano rescindesse malamente il contratto con la Samp, aveva messo sul piatto un’offerta commisurata alle possibilità dell’Entella, club per altro virtuoso dal punto di vista della gestione economica-finanziaria, che evidentemente il fantasista aveva declinato.

La successiva difficoltà a trovare una nuova sistemazione deve aver evidentemente fatto cambiare idea ad Antonio Cassano che da mesi ormai continua a mandare messaggi d’amore a Gozzi. Che però dal canto suo da quel dì di gennaio 2017 sembra preferire non tornare ufficialmente sull’argomento.

Chissà, forse Antonio Cassano avrebbe fatto meglio ad ascoltare bene la proposta di Berlusconi.

Yes No