Loading

Nel calcio è sempre tempo di polemiche. Dal rigore che non c’era al fuorigioco inesistente, a volte, si arriva anche alle interrogazioni parlamentari per una partita arbitrata male. Il calcio riesce, in politica, a superare problemi che invece sembrano ben più grossi, ma non ci sono grandi lamentele in merito da parte della popolazione che ha altro a cui pensare. Poi si riaccendono anche polemiche che sembravano ormai lontane. Si riaccende la fiamma del calcioscommesse sulla quale qualcuno aveva osato soffiare e riprendono le fitte indagini che non sempre portano a qualcosa di definitivo o soddisfacente. Questa volta il caso è nuovo: anche il Sassuolo entra nel vortice e i periti informatici chiamati a portare a termine i dovuti accertamenti possono confermarlo. Duecento apparecchi da analizzare a fondo per smascherare i cento indagati nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla procura della Repubblica di Cremona. Associazione a delinquere con vertice a Singapore per riciclare denaro sporco: situazioni che fanno rabbrividire chi, la domenica, pensa solo a sedersi sul proprio seggiolino o sul divano di casa per rilassarsi davanti ad una bella partita. Il tifo si ferma al tiro in porta, alla parata o all’occasione da gol, ma il calcio va avanti anche per strade del tutto diverse dai manti erbosi della domenica pomeriggio. A dimostrarlo sono le parole chiave individuate negli apparecchi di ventisette dei centinaia di indagati. Anche gente che ha già vissuto l’occhio del ciclone torna ad essere “pressata” dagli addetti ai lavori che per ora sono rimasti bloccati da un pin. Stefano Mauri, come Ivan Tischi, Mauro Bressan e Amir Gegic non hanno ancora fornito i magici numerini che possano sbloccare il proprio cellulare contenente messaggi e chat probabilmente risolutivi a parte dell’indagine. Si torna a parlare di partite vecchie, ma anche nuove e si inizia dal lontano 2007. E in merito a questo anche Antonio Conte torna ad essere colpito: i documenti ritrovati sul suo pc sono risultati illegibili perchè scritti in una lingua probabilmente inventata non decifrabile neanche da google. Per ora sono diciannove quelle considerate parole chiave di tutta l’organizzazione: abbraccio, assegni, beppe, bolognesi, cambiale, cervia, civ, garanzia, gol-gol, handicap, makelele, over, ovetto, pareggio, under, uovo grande, uovo piccolo, vittoria, zingari-zingaro.

Top