Calciomercato Roma: Gervinho sotto esame, si punta Acerbi

Aria di novità in casa Roma: dopo il sanguinoso passaggio di testimone da Rudi Garcia a Luciano Spalletti, il club capitolino si trova alle prese con la gestione del “curioso caso Gervinho”. Giunto in quel di Trigoria nell’agosto del 2013 a titolo definitivo per 8 milioni, l’attaccante ivoriano classe ’87 infatti, baluardo insostituibile dello scacchiere disposto dall’ex tecnico Garcia che l’aveva utilizzato largamente, è ora posto sotto esame da Spalletti.

Crollano dunque le certezze in casa Roma sul giocatore, che a causa di un infortunio al ginocchio rimediato nel consueto allenamento a Trigoria, non figura nella lista dei convocati nel match di domani contro l’Hellas Verona. Se per Gervinho, la cui presenza è fortemente dubbia anche in occasione della sfida contro i bianconeri, si disegna all’orizzonte un futuro incerto, tra la possibilità di una cessione al Jiangsu, club cinese di Nanchino,  e la permanenza nel club giallorosso, la Roma fiuta attentamente i possibili acquisti di mercato.

Con la possibile partenza di Gervinho, oggetto di corte serrata anche da parte di titolati club europei come Marsiglia e Porto, la Roma potrebbe riversare le proprie mire su Perotti, nome più accreditato secondo le indiscrezioni, ed El Shaarawy. Scotta dunque, ancor prima del previsto, la panchina di Spalletti, al quale toccherà non soltanto prendere una decisione definitiva in merito al caso Gervinho, ma ridefinire anche la situazione di Doumbia, fortemente ambito dalle sirene inglesi dello Swansea.

Intanto la Roma sembra anche intenzionata a rafforzare il proprio assetto difensivo: gli occhi sono ora puntati su Francesco Acerbi, talentuoso difensore del Sassuolo, per il quale il club neroverde non è disposto a scendere sotto il tetto minimo dei dieci milioni di euro. Una pista davvero difficile da seguire, nonostante un avvenuto incontro tra Guido Angelozzi, d.t del Sassuolo e Walter Sabatini: l’alternativa più probabile in caso di fallimento sarebbe da ricercare in Adriano.