Loading

Tutti pazzi per Antonio Rudiger: il difensore tedesco classe ’93, fiore all’occhiello della retroguardia giallorossa, è oggetto di una corte serrata da parte di alcuni dei club più prestigiosi d’Europa.

E la Roma, in un momento topico della sua stagione, inizia a tremare in vista della sessione invernale di mercato: a far vacillare le certezze in casa dei giallorossi è l’offerta clamorosa che, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe giunta dalla Premier League. Se infatti Spalletti scalpita per poter impiegare nuovamente Rudiger, ancora in attesa del rientro dopo l’infortunio maturato agli Euro 2016 con la nazionale tedesca,  nel ruolo da titolare che gli spetta, d’altro canto si fanno sempre più insistenti le voci di mercato che gravitano attorno al calciatore e destabilizzano un ambiente tanto delicato come quello giallorosso.

INGHILTERRA IN PRIMA LINEA – Spietate quanto insidiose le sirene inglesi che giungono dalla Premier League: il Chelsea guidato da Antonio Conte ha infatti avanzato un’offerta da ben 40 milioni di euro per assicurarsi il cartellino del difensore, da sempre uno tra gli obiettivi preferiti dell’ex tecnico bianconero ora alle prese con la nuova avventura in terra anglosassone. Secondo il “Daily Mail” però, la concorrenza del Chelsea non rappresenterebbe il solo pericolo dal quale la Roma di Spalletti dovrebbe guardarsi con attenzione: anche il Manchester City è infatti interessato ad annoverare Rudiger tra i campioni che già fanno parte della sua competitiva rosa di fuoriclasse, approfittando del contratto in scadenza a giugno con il quale il difensore è ad oggi vincolato al club capitolino.

TERZINO O DIFENSORE CENTRALE? – Intanto la Roma è intenzionata a blindare il suo gioiello, pedina fondamentale del reparto difensivo giallorosso e calciatore dalle doti sopraffine che si trova perfettamente a proprio agio nel ricoprire sia il ruolo di terzino destro che quello da difensore centrale in coppia con Manolas. Un jolly insostituibile che permetterebbe al tecnico della Roma di sperimentare nuovi schemi e soluzioni tattiche anche nei match più ostici. Una sicurezza dunque, alla quale Luciano Spalletti molto difficilmente potrà rinunciare, soprattutto in una stagione così altamente competitiva e ricca di importanti appuntamenti per la Roma, impegnata anche in Europa.

Top