Loading

Coman segna il gol del vantaggio a Wolfsburg. Afp

Ventitreesimo turno di Bundesliga che si presenta ancora nel segno della duplice vittoria targata Bayern Monaco-Borussia Dortmund. Da tre turni le due sfidanti hanno dato il meglio di loro, mantenendo invariato il distacco, che rimane di otto lunghezze a favore dei bavaresi. Bavaresi che hanno saputo imporre il loro predominio anche sull’ostico campo del Wolfsburg, reduce peraltro da due risultati utili consecutivi. Crollano insomma i padroni di casa della Volkswagen-Arena sotto i colpi della squadra di Guardiola, prima in rete con Kingsley Coman al sessantaseiesimo, e successivamente con Rober Lewandowki, solo otto minuti più tardi. Il merito del goal del bomber polacco però, è parzialmente ancora nei piedi dell’ex juventino Coman, bellissima da sua ripartenza i velocità sulla destra, e ottimo il suo cross per la sponda di Ribery. Molto più sudato il successo invece dei gialloneri di Dortmund. A dispetto di un 3-1 che lascerebbe presagire un dominio, il match è stato invece tutto in salita per gli uomini di Tuchel, che, in svantaggio già dal venticinquesimo, riescono a trovare pareggio, sorpasso e doppio vantaggio, solo dall’ottantesimo in avanti. Con l’Hoffenheim in dieci uomini dopo l’espulsione dell’autore del goal Rudy, il Dortmund si spinge in avanti e trova il pareggio a dieci minuti dal termine, con Mkhitaryan che finalizza uno schema su calcio d’angolo. Tuttavia i vicecampioni di Germania non possono concedersi un passo falso contro la penultima in classifica, e, all’ottantacinquesimo, Ramos di testa, su cross di Piszczek infila il 2-1. Chiude i conti il solito Aubameyang al secondo minuto di recupero. Hoffeheim ancora penultimo e avvicinato dall’Hannover, vittorioso 1-2 sul campo dello Stoccarda. Una doppietta di Schulz vanifica infatti l’iniziale vantaggio casalingo, e spinge gli ospiti ad un solo punto di distacco proprio dalla penultima casella della graduatoria. Chi continua a dimostrare di fare sul serio è anche l’Herta Berlino. Dopo una serie di buoni risultati, la squadra della capitale tedesca vuole dimostrare di puntare in alto, all’Europa che conta. L’ultimo successo ha come vittima il Colonia, crollato 0-1 in casa. Il merito è della stupenda azione palla a terra, che porta Ibisevic a calciare un preciso diagonale rasoterra che buca Horn per il vantaggio ospite. Herta Berlino che allunga quindi sul Borussia Monchengladbach, fermato 2-2 dall’Augsburg. Ad Augusta si consuma una partita convulsa, dove i bianconeri, in vantaggio inizialmente, sono costretti poi ad inseguire, al cinquantatreesimo, quando l’Augsburg, forse in modo abbastanza fortunoso, si porta in vantaggio. Il match finisce comunque in pareggio, un risultato che avvantaggia, oltre le prime tre posizioni, anche le inseguitrici del Monchengladbach. Prima tra le inseguitrici il Mainz, che, vincendo 3-1 lo scontro-sorpasso con il Leverkusen, si insedia proprio in quella quinta posizione che apparteneva a Chicharito e compagni e si porta a trentasei punti, a pari con il Borussia. Partita studiata perfettamente dal Mainz, che pur soffrendo nel possesso palla, riesce a sfruttare le ripartenze in velocità per pungere e punire. Grande prestazione del centrocampista Yunus Malli che sigla due reti, la seconda su rigore. Appena fuori dalla zona Europa, ma a pari punti con il Leverkusen, troviamo lo Schalke, una formazione continuamente a ridosso, o al limite, della fascia che consente la partecipazione all’Europa League. I biancoblu tuttavia, non possono che rammaricarsi con se stessi dopo questa giornata; la caduta del Bayern non viene sfruttata e lo spento match di Francoforte finisce 0-0, con qualche occasione in più, addirittura per i padroni di casa. Un Francoforte caparbio e roccioso, che contiene lo Schalke e mantiene invariato il distacco dalla zona playout, occupata come sempre dal Werder Brema, tornato a fare punti dopo la sconfitta di settimana scorsa. È un 2-2 casalingo contro il Darmstadt quello che consente ai biancoverdi di allungare il margine sull’Hoffeheim, ora a tre lunghezze. Non si creano problemi a vicenda invece Amburgo e Ingolstadt, finisce 1-1 questo tranquillo match di metà classifica, che divide ora le due formazioni di soli due punti a favore dei neopromossi.

Ciao a tutti, sono Dario e vengo dalla provincia di Monza e Brianza. Mi piace seguire, commentare e discorrere di eventi calcistici che seguo con regolarità.

Top