Bundesliga: Sempre più Bayern Monaco in Germania, stop per Borussia Dortmund ed Herta Berlino

È una Bundesliga sempre più di stampo bavarese dopo la ventinovesima giornata. Il Bayern Monaco infatti, grazie al successo 1-3 sullo Stoccarda, e approfittando del pareggio tra Schalke e Borussia Dortmund, porta a sette i punti di vantaggio sulla seconda casella, e si proietta notevolmente avanti nel discorso scudetto. Gli uomini di Guardiola non sbagliano un colpo, insuperabili in fase offensiva, nonostante il vantaggio sugli avversari venga siglato con la complicità del difensore centrale Niedermeier, che su un cross basso, in anticipo, spedisce il pallone nella propria porta. L’errore pesa solo parzialmente però, i bavaresi sono incontenibili e Alaba, nella ripresa, freddissimo in un dribbling in area e da posizione decentrata, fa partire un diagonale che buca il ventinovenne Tyton per la seconda volta. Inutile l’1-2 di Didavi, il match si chiude a due minuti dal fischio finale con una conclusione potente e precisa di Douglas Costa. Stoccarda che rimane al dodicesimo posto, a debita distanza dalla zona pericolosa. Diverso dalla mentalità Bayern è il discorso per i gialloneri di Dortmund. Il 2-2 fuori casa contro lo Schalke pesa, e non poco, nel discorso campionato. I ragazzi di Tuchel sprecano il vantaggio acquisito, facendosi recuperare due volte dai padroni di casa, che prima rimediano con Sane all’iniziale vantaggio di Kagawa, e successivamente, rimettono in parità il match con un rigore trasformato da Huntelaar, come risposta al 1-2 di Ginter su colpo di testa. Schalke che può rimpiangere il risultato finale. Un rimpianto dovuto al fatto dell’uscita ora dalla zona europea, ripresa dal Bayer Leverkusen che approfitta degli scivoloni davanti per riportarsi al quarto posto. È uno 0-2 a Colonia ad aiutare Calhanoglu e  compagni, spinti in avanti dalle reti di Brandt e di Chicharito. La partita termina anche con due espulsioni, una per parte, in seguito ad una rissa scatenatasi sei minuti dopo il novantesimo, a match terminato ormai. Rosso diretto a Bittencourt, per il fallo che scatenerà appunto la rissa, in cui avrà la peggio Wendell, espulso dopo essere stato già ammonito ad inizio gara. Colonia altalenante dopo un inizio campionato che poteva far sperare in ben altri obiettivi. Stop inaspettato per l’Herta Berlino, dopo l’ottimo campionato disputato fino a questo momento, i biancoblu non vanno oltre il 2-2 casalingo contro un Hannover già quasi sicuramente retrocesso. I neroverdi estraggono dal cappello una prestazione veramente stupefacente, recuperando l’iniziale svantaggio e portandosi addirittura sull’1-2, prima del pareggio finale di Kalou, lasciato libero di ricevere un cross basso in area, e di colpire a botta sicura da posizione ravvicinata. Nonostante tutto un punto fondamentale per l’Herta Berlino, che mantiene la terza posizione con la complicità del Borussia Monchengladbach, pronto all’attacco ma crollato in trasferta sul campo di un Ingolstadt superiore in tutto. I neopromossi mostrano di essere competitivi nella massima serie con un nono posto degno di una formazione matura e cresciuta molto, anche rispetto ad inizio campionato. Ultima casella disponibile per l’Europa occupata dal Mainz, il pareggio 1-1 in casa del Wolsfsburg permette agli uomini di Schimdt di non perdere il contatto con la zona interessante, diventata ormai obiettivo inaspettato di questa squadra. Wolfsburg in caduta libera, senza vittorie da quattro giornate e a sei lunghezze ora dalla qualificazione ad un Europa League, destinata molto probabilmente ad essere seguita da esterni durante la prossima stagione. Sempre più complicate le posizioni in zona retrocessione; Francoforte e Werder Brema, rispettivamente penultima e terzultima vengono entrambe sconfitte da due avversarie dirette. Il Francoforte è costretto a piegarsi 0-2 ad un Hoffenheim che non ha intenzione di fermare più la sua striscia positiva, trasportati da Volland e Uth, quest’ultimo anche in rete proprio con il Francoforte, gli ospiti inanellano un’altra vittoria fondamentale per le sorti della stagione. Il Werder invece, sperca l’iniziale vantaggio e viene raggiunto da un Augsburg determinato, che proprio grazie a questo successo esterno stacca i biancoverdi di due lunghezze. Tutto è ancora aperto in una lotta avvincente. Chiude il quadro di questa giornata la sfida tra Amburgo e Darmstadt, vinta dagli ospiti per 1-2. Darmstadt che scappa così dalla lotta per non retrocedere, anche se manca molto prima dei verdetti definitivi. L’Amburgo senza più ambizioni si inchina alla superiorità degli avversari, particolarmente ispirati all’Imtech Arena.

Dario Pilotti

Dario Pilotti

Ciao a tutti, sono Dario e vengo dalla provincia di Monza e Brianza. Mi piace seguire, commentare e discorrere di eventi calcistici che seguo con regolarità.

Yes No